Novità

VALERIANO NCHAMA ANCORA IN BIANCOCELESTE!!

NCHAMA VALERIANO 95

Preziosa riconferma in casa biancoceleste in attesa di notizie da Roma relative al probabile ripescaggio in Serie D.
 
Mister Francesco Feltrin potrà contare, anche per le prossima stagione sportiva, sulle prestazioni di Valeriano Nchama Jesus, centrocampista classe 1995.
 
Valeriano è cresciuto calcisticamente nel settore giovanile dell’Inter e vanta nel proprio curriculum più di una convocazione con la Nazionale Maggiore della Guinea Equatoriale.
 
La sua riconferma potrà garantire a mister Feltrin un centrocampista dinamico dalla grande prestanza atletica.
 
Ci si vede in campo Vale!

 

INTERVISTA DOPPIA A LUCA SPAGNOL E DAVIDE TRONCHIN!!

SPAGNOL LUCA 00 Luca Spagnol  DAVIDE TRONCHIN Davide Tronchin

Luca Spagnol e Davide Tronchin, entrambi classe 2000, faranno parte della rosa della Prima Squadra di Mister Francesco Feltrin per la stagione sportiva 2018-2019.


Luca, attaccante esterno rapido e dotato di buona tecnica, ha già collezionato 20 presenze in Serie D lo scorso anno, giocando spesso anche di Sabato con la Juniores Nazionale, con la quale ha segnato 5 gol.


“Sono contentissimo di far parte ancora del gruppo dei giovani della Prima Squadra, l’anno scorso sono stato impiegato come mezzala, terzino e punta. Il ruolo che mi piace di più è quello di attaccante esterno ma sono disposto a ricoprire qualsiasi ruolo. Non vedo l’ora di ricominciare.”


Davide invece è una punta centrale ed è stato il capocannoniere della Juniores Nazionale nel Campionato appena concluso, mettendo a segno la bellezza di 15 gol.

 

“Anche io sono molto contento di essere aggregato alla Prima Squadra, cercheró fin dal primo giorno di ambientarmi bene con i nuovi compagni e proverò a dare il massimo per cercare di guadagnarmi il posto anche se so che sarà dura.”


Ecco l’intervista doppia:

Quando sei nato?
Spagnol: 10/08/2000
Tronchin: 14/05/2000

Ruolo?
Spagnol: attaccante esterno
Tronchin: attaccante

Un pregio del tuo carattere?

Spagnol: sempre disponibile e socievole
Tronchin: altruismo

Un difetto del tuo carattere?
Spagnol: testardo e a volte permaloso
Tronchin: testardo

Cosa preferisci, un dribbling esaltante, un goal, o un salvataggio provvidenziale in difesa?
Spagnol: un goal
Tronchin: un goal

Soprannome?
Spagnol: Spagno
Tronchin: Bobo

Cosa ti diceva sempre il Mister lo scorso anno?
Spagnol: di usare sempre la testa
Tronchin: lavora sodo che i risultati arriveranno; dai sempre il massimo e lavora per la squadra

Sogno nel cassetto?
Spagnol: diventare un calciatore professionista
Tronchin: diventare un calciatore professionista

Giocatore a cui ti ispiri?
Spagnol: Cristiano Ronaldo
Tronchin: Robert Lewandowski

Il tuo pregio in campo?
Spagnol: disponibilità nel ricoprire qualsiasi ruolo
Tronchin: non mollare mai

E il tuo difetto, in campo?
Spagnol: testardo e a volte permaloso
Tronchin: altruismo sottoporta

Hobby?
Spagnol: calcio

IL TREQUARTISTA NICOLA FASAN TORNA A VESTIRE LA MAGLIA BIANCOCELESTE!!

 Nicola Fasan, classe 1998

Notizia positiva in casa biancoceleste in vista della prossima stagione sportiva della Prima Squadra.


Nicola Fasan, talento cristallino cresciuto nella cantera biancoceleste, rientra dal prestito a Venezia dopo aver assaporato il calcio professionistico.


La stagione scorsa avrebbe dovuto essere quella della consacrazione, ma la fortuna non è stata dalla sua parta. Nonostante il buon rapporto con mister Pippo Inzaghi, sempre pronto ad aiutare i giovani, la stagione di Nicola è stata caratterizzata da qualche infortunio che gli ha impedito di esprimere tutto il suo potenziale.


“Ora sto abbastanza bene, l’anno scorso è stato un anno un po’ sfortunato a causa degli infortuni, sopraggiunti nel momento in cui mi sentivo più in forma.
Fino ad Ottobre ero aggregato alla Prima Squadra, poi sono andato a giocare con la Primavera dove ho fatto 6 gol e 8 assist in 15 partite. Ho giocato anche il Torneo di Viareggio, dove credo di aver fatto delle buone prestazioni (2 gol e 3 assist).
Complessivamente lo ritengo un anno importante per la mia crescita, mi tengo stretto i molti consigli ricevuti da grandi persone e da giocatori esperti. Posso dire di aver giocato con calciatori davvero bravi, tipo Falzerano, Domizzi, Stulac e Audero.


Ora si riparte per la nuova stagione, voglio mettermi a posto fisicamente e soprattutto riscattarmi per dimostrare ciò che so fare. Sono molto carico e spero di arrivare in doppia cifra.”

 

Il Presidente Marzio Brombal commenta così:


“Il rientro di Nicola Fasan al Monte è un grande ritorno e rappresenta un importante inserimento nella squadra messa a disposizione di Mister Feltrin.

La sfortuna che lo ha accompagnato nella scorsa stagione fra i professionisti non gli ha permesso di mettere in mostra le sue grandi doti.


Sono convinto che il prossimo campionato lo rilancerà e gli permetterà una nuova fase della sua crescita calcistica. Lo aspettiamo tutti a braccia aperte.”

 

Ben Tornato al nostro numero 10!

ALESSANDRO ZAGO E FRANCESCO BARBON: DUE GIOVANI GARANZIE A DISPOSIZIONE DI MISTER FELTRIN!!

ZAGO ALESSANDRO 99 Alessandro Zago

BARBON FRANCESCO 99 Francesco Barbon

Alessandro Zago e Francesco Barbon, entrambi classe 1999 e cresciuti nella cantera biancoceleste, faranno parte della rosa della Prima Squadra anche per la stagione sportiva 2018-2019.
 
Entrambi sono stati Vice Campioni d’Italia nel 2014 con i ’99 di mister Bressan e Campioni d’Italia nel 2016 con la Rappresentativa del Veneto al Torneo delle Regioni (finale vinta 2 a 0 contro il Lazio grazie ad un gol e assist di Barbon).
 
Alessandro, nonostante la giovane età, è un punto fermo del centrocampo biancoceleste e sta dimostrando anno dopo anno di avere delle qualità tecniche importanti abbinate ad una grande visione di gioco. Speriamo davvero che questo possa essere l’anno buono per mettersi in luce.
 
“Sono ancora dispiaciuto per la retrocessione, per fortuna manca poco alla ripresa degli allenamenti.”
 
Per Francesco invece la stagione scorsa è stata la prima tra i grandi, dopo aver messo a segno 11 gol in 25 presenze con la Berretti del Torino nella stagione 2016-2017.
 
Le prestazioni importanti dello scorso anno e i 6 gol messi a segno in Serie D, garantiscono a mister Feltrin un attaccante giovane dalla grande intelligenza tattica e con uno straordinario fiuto del gol (120 gol in 3 anni di settore giovanile biancoceleste).
 
Il Presidente Brombal commenta così:
 
"È una grande soddisfazione vedere che due ragazzi del ’99, cresciuti nel nostro Settore Giovanile,  siano diventati punti fermi della rosa della nostra Prima Squadra.
Alessandro e Francesco sono due ragazzi seri, legati ai colori Biancocelesti e soprattutto hanno entrambi tanta voglia di migliorarsi.
 
Saranno importanti per la nostra squadra anche nel prossimo campionato.”
 
Forza ragazzi!!

 

GIUSEPPE GRAZIANO NUOVO DIRETTORE SPORTIVO!!

La Società Calcio Montebelluna 1919 comunica che il nuovo Direttore Sportivo della Prima Squadra, nonché Team Manager, sarà Giuseppe Graziano, classe 1952, di Treviso.


Una vita dedicata al calcio, di cui almeno una ventina d’anni come Dirigente di società blasonate nel territorio regionale.
Due anni a Treviso come Segretario dal ’90 al ’92, poi il salto nel calcio professionistico, a Venezia in Serie B, come Segretario del Settore Giovanile, dal ’92 al ’97.


“Una grandissima esperienza aver collaborato con Marotta. In quegli anni ho visto moltissimi allenatori alternarsi sulla panchina della Prima Squadra, d’altronde il Presidente era un certo Zamparini..”


Dal Venezia in B al Mestre in Serie D, dove ha ricoperto per due anni la carica di Direttore Generale dall’97 all’99. Agli inizi degli anni 2000 è stato anche Team Manager a Bassano e Direttore Sportivo a Martellago, prima di cimentarsi in qualità di osservatore.


“Ora è tornato il momento di lavorare sodo, preferisco il lavoro alle chiacchiere. Speriamo di fare un Campionato tranquillo.”


Buon lavoro Giuseppe!

 

Riferimenti:
Numero Cellulare: 340 8150018
Indirizzo Mail: team.manager@calciomontebelluna1919.it
 

FRANCESCO FELTRIN DAL 1° LUGLIO UFFICIALMENTE IL NUOVO TECNICO DELLA PRIMA SQUADRA!!

La Società Calcio Montebelluna 1919 ufficializza la scelta dell’Allenatore della Prima Squadra per la prossima Stagione Sportiva 2018/19. Sarà mister Francesco Feltrin, 60 anni, di Treviso.


Quarant’anni trascorsi in panchina, 6 dei quali ad allenare il Settore Giovanile del Montebelluna a metà anni ’80, vincendo nel 1989 il titolo nazionale con gli Allievi.
Nel suo curriculum vanta esperienze a Treviso, Venezia, Cagliari (dal 1993 al 1998 alla guida degli Allievi Nazionali, dei vari Maresca, Cossu e Pisanu).


Poi ancora Treviso (ha allenato Marco Borriello, Pasquale Foggia, Alessandro Gazzi e Massimo Gobbi) e Cittadella (nel 2003, con la primavera, ottiene un prestigioso terzo posto al “Torneo di Viareggio” battendo squadre del calibro di Boca Juniors, Lazio ed Inter campione in carica).
Nel 2005 ha allenato nuovamente a Treviso (Primavera), quell’anno in serie B, esordendo in Prima Squadra (Treviso-Vicenza 1-0, Reginaldo) in occasione del cambio mister (Pillon subentrato a D’Astoli).


Negli ultimi anni è stato l’artefice del doppio salto di categoria dell’Union Pro, dalla Promozione alla D, e uomo di fiducia del Presidente Serena al Mestre (dapprima come allenatore, in Serie D, poi come Responsabile del settore giovanile).
“Sono molto contento della chiamata del Montebelluna. Lo spogliatoio un po’ mi mancava, come la voglia di trasmettere le mie conoscenze ai ragazzi. Abbiamo trovato subito un’intesa dopo una breve chiacchierata con il Presidente, accettando a prescindere dalla categoria.
Gianluca Campagnola sarà il mio vice, mentre il preparatore atletico sarà il riconfermato Claudio Cervi.

Ora attendiamo fiduciosi notizie per quanto riguarda il ripescaggio in Serie D."

 

Pronto a ripartire anche il Presidente Marzio Brombal, che commenta così l'accordo raggiunto:

 

"Sono soddisfatto che Mister Feltrin abbia condiviso il nostro progetto e sia rientrato in  'famiglia Monte' in Via Biagi. Per svariati motivi il suo rientro è avvenuto con qualche stagione di ritardo. In questa stagione è stata la volta buona.

 

Il fatto che abbia subito accettato la nostra proposta e non abbia messo alcuna pregiudiziale sul fatto che il Calcio Montebelluna fosse o meno 'ripescato' in serie D, depone a favore del suo attaccamento ai colori Biancocelesti e alla determinazione di tornare a lavorare con il Calcio Monte.

 

Cercheremo di costruire una squadra competitiva anche in vista del Centenario della fondazione del Calcio Montebelluna che festeggeremo l’anno prossimo.”

NICOLA DE VIDO VESTIRA’ LA MAGLIA BIANCOCELESTE ANCHE PER LA PROSSIMA STAGIONE !!

DE VIDO NICOLA 95

Il Calcio Montebelluna 1919 comunica di aver raggiunto l’accordo con Nicola De Vido anche per la prossima stagione sportiva.


Nicola, classe ’95, è un giocatore molto duttile che può essere impiegato in più ruoli. Cresciuto come esterno di centrocampo, si è ben comportato in questi anni anche nel ruolo di terzino e di mezzala.
Anche per lui la stagione scorsa non è stata ricca di soddisfazioni, ma la fiducia della società nei suoi confronti resta immutata.


Con i suoi gol pesanti, è stato un giocatore determinante nella stagione 2015-2016 – suo uno dei due gol salvezza ai playout contro il Fontanafredda - e nel 2016-2017 – gol salvezza decisivo contro la Triestina, al Nereo Rocco.


“Sono pronto per ricominciare e ho tanta voglia di riscattarmi. La stagione scorsa è stata deludente, ne farò tesoro per crescere e migliorare. Spero di giocare con continuità, raggiungere l’obiettivo di squadra e magari arrivare in doppia cifra.”

 

In bocca al lupo!!

 

 

 

CARLO OSELLAME NUOVO RESPONSABILE SCOUTING!!

È durato solo un paio d’anni il distaccamento tra il Calcio Montebelluna e Carlo Osellame, storico allenatore biancoceleste ed ex calciatore professionista (3 anni in serie A con il Cagliari, 3 in serie B con il Palermo, oltre ad una decina di stagioni tra serie C, C1 e C2).

Una vita all’insegna del calcio, attaccante di razza con il fiuto del gol, velocissimo nello scatto ma anche resistente. Ha esordito in prima squadra nel campionato 1968-1969, quello storico della Promozione del Montebelluna in Serie D.

È stato grande protagonista della vittoria del Campionato e della Coppa Italia nel 1970-1971, squadra fortissima allenata da un altro storico personaggio del Calcio Montebelluna, mister Roberto De Bortoli.
Da lì il salto nel calcio professionistico, 5 anni a Treviso, poi Palermo in serie B e Cagliari nella massima serie. Un percorso di miglioramento continuo, abbinato ad un’evoluzione del suo ruolo in campo, da punta ad esterno di centrocampo, e per finire centrocampista interno.

Qualche mese all’Atalanta, in serie B, poi Modena in C1 e per concludere Montebelluna in C2, prima di intraprendere la strada dell’allenatore, anch’essa ricca di grandissime soddisfazioni.
Ha allenato Schio, Giorgione e Montebelluna, poi gli Allievi Nazionali e la Primavera a Cagliari (chiamato da Gigi Riva nel 1991, ha allenato anche Enzo Maresca), e gli Allievi Nazionali del Treviso ai tempi di Marco Borriello (trasformato da centrocampista a punta).

Dopo Treviso, ancora Montebelluna, dove ha raggiunto risultati di grande prestigio (tanti titoli regionali, 2 titoli nazionali Allievi, nel 2003 e nel 2006, e un altro titolo nazionale con i Giovanissimi nel 2012).

Ora una nuova avventura, quella di responsabile scouting: coordinerà gli osservatori e seguirà il progetto di selezione del talento.

È bastato un colloquio ed uno sguardo tra lui e il presidente Brombal per riportare in biancoceleste un tecnico ed un dirigente dalle indubbie qualità morali e dalla pluriennale esperienza costruita in tanti anni sui campi sportivi.

Bentornato Carlo!!

DAMIANO FRANCESCHINI È UN NUOVO GIOCATORE DEL CALCIO MONTEBELLUNA!!

Il Calcio Montebelluna 1919 comunica di aver raggiunto l’accordo con Damiano Franceschini, classe 1991, prodotto del settore giovanile del Padova e nelle ultime stagioni in forza ad Abano, Campodarsego, Correggese e San Paolo, in serie D.
 
Damiano è un esterno d’attacco, imprevedibile nelle giocate e dotato di ottima tecnica individuale.
La stagione scorsa è stato impiegato prevalentemente come esterno di centrocampo, ma può ricoprire all’occorrenza anche il ruolo di seconda punta e trequartista.
 
“Sono contento della chiamata del Montebelluna e della scelta fatta, è una società che si è sempre distinta negli anni per serietà e per come lavora con i giovani. C’è stata subito sintonia con le persone che ho incontrato e credo sia la scelta migliore per me: una società che dimostra fiducia in me e che ha grande voglia di riscatto.”
 
Benvenuto in biancoceleste!!

UFFICIALE LA RICONFERMA DI DAMIANO MILAN!!

MILAN DAMIANO 83 (2)Damiano Milan, portiere, 34 anni

Il portiere del Calcio Montebelluna 1919, anche per la prossima stagione, sarà Damiano Milan.
Un anno sfortunato a livello di squadra non può certo cancellare la strepitosa stagione precedente, nella quale Damiano si è dimostrato un portiere di assoluto livello, dentro e fuori dal campo.
 
Cresciuto nel settore giovanile del Treviso, ha poi maturato oltre 15 anni di esperienza in giro per l’Italia, in importanti piazze abituate al calcio professionistico (Avellino, Salernitana, Nocerina, Juve Stabia e 2 anni al Foggia). Poi la scelta di avvicinarsi a casa e sposare la filosofia del calcio Montebelluna.
 
La sua conferma equivale ad un grande colpo di mercato, in un calcio sempre più universale dove anche nel portiere si ricerca una completezza tecnica sempre maggiore.
 
“Sono felicissimo di continuare a far parte della famiglia Montebelluna, era quello che più volevo. La delusione per la passata stagione non è passata, sono cose che ti porti dentro per sempre. Essendo uno dei più vecchi sento di aver anche io le mie responsabilità, e non vedo l'ora che inizi il prossimo anno per potermi riscattare.”
 
Forza Dami!!

 

PRIMO RINFORZO PER LA STAGIONE 2018-2019: IL CENTRALE DIFENSIVO MARCO GUZZO!!

 
Comincia a delinearsi il Calcio Montebelluna della prossima stagione sportiva, in attesa di qualche notizia relativa al probabile ripescaggio in serie D dopo l’amara retrocessione dello scorso campionato.
Il primo acquisto è il centrale difensivo Marco Guzzo, classe 1994 e vecchia conoscenza in via Biagi.
Nato calcisticamente nella cantera del Montebelluna, Guzzo vanta nel proprio curriculum varie esperienze in settori giovanili di prim’ordine a livello nazionale: Milan, Hellas Verona e Siena.
In prima squadra ha indossato le maglie di Virtus Verona, Montebelluna, Union Ripa, Union Feltre e Cjarlins Muzane, sempre in serie D.
Lo scorso anno, durante il ritiro con l’Union Feltre, addirittura la chiamata di una squadra di Serie B (Ascoli), per provare a sfondare nel calcio professionistico.
Ora il rientro a Montebelluna, pronto per questa nuova avventura al centro della difesa biancoceleste.
 
Ben arrivato Marco, ragazzo di Via Biagi!!

 

TORNEO INTERNAZIONALE CAVA DE' TIRRENI: GALLI E GAMBA CONVOCATI UFFICIALMENTE CON LA NAZIONALE ITALIANA UNDER 15 LND!!

L’allenatore della Rappresentativa Nazionale Dilettanti Under 15, Sig. Augusto Gentilini, ha convocato il centrocampista Alessandro Galli e il portiere Giovanni Gamba, entrambi classe 2003, per partecipare al prestigioso Torneo Internazionale di Cava de’ Tirreni, che si svolgerà dal 3 al 10 Giugno.

Un traguardo molto importante per i due ragazzi biancocelesti dei Giovanissimi Elìte allenati da mister Da Riva.
 
Un palcosenico che vedrà scontrarsi 104 squadre di 3 Paesi partecipanti, per un totale di 104 incontri, dagli Allievi ai Piccoli Amici.
 
Come on Guys!!

OPEN DAY SCUOLA CALCIO ELITE MONTEBELLUNA: GIOVEDI 21 E GIOVEDI 28 GIUGNO PORTE APERTE ALLO STADIO SAN VIGILIO DI MONTEBELLUNA

Visto il grande successo della stagione 2017-2018 il Calcio Montebelluna 1919 in qualità di Scuola Calcio Elite riconosciuta dalla FIGC, ti  invita giovedì 21 e 28 giugno ad un Open Day per presentare la Scuola Calcio Montebelluna 1919.

In quella giornata ci presenteremo ai nostri piccoli campioni di domani.

Dalle ore 18.30 alle ore 19.30, tutti i bambini/e nati/e nel  2012 e 2013 potranno partecipare a una seduta di allenamento con i tecnici della Scuola Calcio Montebelluna 1919.

Mentre i bambini in campo avranno modo di divertirsi sotto la guida degli Istruttori  che dirigeranno la seduta di allenamento, i genitori avranno la possibilità di conoscere i dirigenti della Scuola Calcio Montebelluna della Stagione Sportiva 2018-2019 e le modalità di iscrizione e frequenza dei Corsi di Scuola Calcio.

Invita tutti i tuoi amici e compagni a partecipare!
L’ingresso è libero.

Per tutte le info: 349.4621636 oppure attivitadibase@calciomontebelluna1919.it 
 

NAZIONALE ITALIANA UNDER 15 LND: GALLI E GAMBA ANCORA IN AZZURRO!!

Ultimo raduno per la nuova Rappresentativa Under 15 della Lega Nazionale Dilettanti prima del debutto al XXIX Torneo Internazionale di calcio giovanile a Cava de’ Tirreni, che si svolgerà dal 3 al 10 Giugno.

Da ieri pomeriggio e fino a domani (mercoledì 23 Maggio), Alessandro Galli e Giovanni Gamba (entrambi classe 2003) saranno a disposizione di Augusto Gentilini ed il suo staff al Centro sportivo di Ardea (Roma).

Domani come di consueto avranno gli occhi puntati addosso nell'amichevole contro la Rappresentativa Under 15 della Lega Pro, alle ore 15.

 

In bocca al lupo ragazzi!!

 

Ecco l'elenco completo dei convocati:

 

CONVOCATI
 
Portieri: Luigi Petricca (Curi Pescara), Giovanni Gamba (Montebelluna)
 
Difensori: Matteo Piochi (Scandicci), Raven Martinelli (Capezzano), Davide Caracò (New Eagles 2010), Davide Redondi (Virtus Bergamo), Lorenzo Bernasconi (Trevigliese), Victor Amadori (Trento), Giovanni Frizzi (Pro Settimo), Salvatore Romano (Juve Domitia)
 
Centrocampisti: Stefano Sberna (Pro Sesto), Lorenzo Guercio (Portorecanati), Alessandro Galli (Montebelluna), Manuel Vessella (Academy Civitanovese), Simone Chimenti (Urbetevere), Dennis Castorina (Katane Soccer), Francesco Zambruno (Carso), Nicholas Liguori (Curi Pescara)
 
Attaccanti: Thomas Cossalter (Union Feltre), Davide Rufino (Donatello), Andrea Cappadonna (Uesse Sarnico), Marco Emmanuello (Pro Settimo)
 
STAFF – Capo delegazione: Arcangelo Pezzella; Allenatore: Augusto Gentilini; Vice: Alessandro Ciampoli; Preparatori dei portieri: Francesco Ripa; Medico: Antonio Ammendolia; Fisioterapista: Fabio Bernasconi; Preparatore atletico: Gianluca Cirillo; Segreteria: Barbara Coscarella; Magazziniere: Sandro Della Pelle

MONTE E ZULIAN: STRETTA DI MANO DI ADDIO!!!

Il Calcio Montebelluna 1919 comunica che il rapporto tra la Società ed il mister Zulian Matteo si interrompe in modo consensuale.

“Grazie! Voglio chiudere così il mio viaggio di quattro anni nella società del Presidente Marzio Brombal. La stretta di mano e la serenità che ha accompagnato la decisione consensuale di non proseguire per la prossima stagione dimostrano la grande stima che ci lega.”

il Presidente Marzio Brombal commenta così:

 

“In un incontro leale ed altrettanto concreto siamo venuti alla determinazione di non continuare il percorso per la prossima stagione. Il lavoro che Matteo Zulian ha svolto nei quattro anni  di  collaborazione con noi  è stato contrassegnato dalla sua  grande professionalità, dedizione e serietà.

Ci lasciamo con grande rispetto e sincera stima e con un grosso reciproco ‘in bocca al lupo’.”

 

 

 

 

RADUNO DI IMOLA - NAZIONALE ITALIANA UNDER 15: PRIMA CONVOCAZIONE PER GAMBA E RICONFERMA PER GALLI!!

Crediamo ci stia prendendo gusto mister Guerretta nell'accompagnare i nostri ragazzi biancocelesti ai raduni della Nazionale Under 15 LND. Dopo il raduno di Pomezia Terme, che ha visto Alessandro Galli ben distinguersi in mezzo al campo con la fascia da capitano, è arrivata la convocazione al ritiro di  Imola anche per Giovanni Gamba, e la riconferma per Galli.

 

Alessandro sta diventando una certezza in azzurro, mentre il portiere biancoceleste classe 2003 (Gamba) è una novità nelle convocazioni azzurre di mister Gentilini.

 

"Il raduno è andato proprio bene!! Galli è una sicurezza e Gamba si sta applicando veramente molto con il lavoro specifico del preparatore dei portieri Francesco Ripa. Lunedì la squadra ha fatto allenamento tecnico, ieri due sedute di tattica di squadra e palle inattive. Oggi hanno giocato e vinto 1-0 contro i pari età dell imolese, entrambi giocando dal primo minuto. Sono veramente orgoglioso di averli accompagnati per l'atteggiamento, la volontà e la tecnica che hanno espresso in campo, ma anche per il comportamento professionale che hanno dimostrato.

 

Speriamo davvero di vederli entrambi al torneo di Cava dei Tirreni!!"

 

Ben detto mister!!

COMUNICATO STAMPA DEL PRESIDENTE MARZIO BROMBAL DIVULGATO NEL CORSO DELL'INCONTRO CON I GIORNALISTI DI OGGI 11/05/2018

Montebelluna, Venerdì 11 maggio 2018.  h. 18.00
 
CONFERENZA STAMPA
 
Vi ho convocati per dire anch’io  la mia in merito a  quanto ho letto sulle vostre testate nei giorni scorsi,  e per fare alcune considerazioni e fornire qualche dato utile a chi segue il Calcio Montebelluna.
Dal primo giorno in cui sono entrato da quel portone ho sempre lavorato su questo progetto senza alcun interesse personale, né di bottega, ma solo per mantenere accesa la Storia  di una Società  come il Calcio Montebelluna.
In questo progetto ho messo tanta  passione, ho speso tempo e denaro, e responsabilità, e ho messo la mia  faccia, e ho lavorato sempre con trasparenza e buona fede; pertanto non accetto notizie e titoli  fuori luogo e passaggi che  mistificano la  realtà delle cose.
Accetto le critiche ma non le  distorsioni dei fatti.
Desidero  che chi segue il Calcio Montebelluna, soprattutto le famiglie dei nostri ragazzi del Settore Giovanile a cui ho sempre tenuto  moltissimo, conoscano i fatti reali.
Non accetto di essere ‘il Pantalone ‘ che paga, e  anche il ‘Mona’ bastonato.
E non considerate questa conferenza stampa come uno sfogo, ma solo una necessità di esporre la verità.
  ”””””””””””””””””””””””””””
Andiamo ai fatti, partendo dal mio arrivo, cercando possibilmente di non essere prolisso.
Ho rilevato  le quote della società Calcio Montebelluna nell’Agosto 2012.  In punta di piedi, senza fare proclami né mille promesse. Non ho mai alzato la voce anche se forse, in qualche caso,  ce ne sarebbe stato bisogno.                                                                         
Mi sono tirato su le maniche ed ho iniziato a lavorare, assieme ai miei collaboratori.
Ho trovato una società ‘in  fallimento’. Ma non l’ho acquisita  a zero Euro,  come nel rito dei  fallimenti;  anzi, ci ho messo subito un bel po’ di soldini. L’ho rilevata qualche giorno, anzi, qualche ora  prima che il Titolo Sportivo di ‘Serie D’  fosse ceduto  da qualche altra parte, con tutte le conseguenze immaginabili, soprattutto a livello di Settore Giovanile. Tanti testimoni possono confermare quanto sto affermando.
Tutta (o quasi)  la 1° squadra era  stata smembrata nelle settimane precedenti;
 
Nei 12 mesi successivi  ho ricevuto una decina di ‘buste verdi’,  avete presente?
Erano atti di pignoramento, Decreti Ingiuntivi, citazioni e vertenze civili etc. per il debito e/o contenzioso pregresso. Mi sono assunto l’onere di  tutti i debiti, anche di quelli che prima non erano mai esistiti in contabilità della precedente gestione.                                                                   
Ho rimesso in piedi la Società dal punto di vista economico e finanziario.                         
Ho rifatto la 1a squadra quasi da zero, attingendo molto anche dal nostro Settore Giovanile.
Ho ridato la credibilità che una Società Storica come il Calcio Montebelluna meritava. La credibilità non si può comprare. Per me vale più di una salvezza o di una promozione.
Ho sottratto in questi sei anni  una buona parte del tempo al mio lavoro e ai miei interessi personali.
Però, mi sono anche chiesto molte volte perché,  fra tutti quelli che in ogni occasione ‘pontificano’ e criticano, a volte senza conoscere i fatti veri, nessuno, dico NESSUNO, si è presentato in quell’estate del 2012  in cui molti  si riempivano la bocca con presunte acquisizioni del Calcio Montebelluna, con il blocchetto di assegni  a rilevare la Società, e perché nessuno si è preso l’onere di portarla avanti ridandole un po’ di credibilità che, senza presunzione, ho ridato io in questi anni.
Perché?? Dove erano tutti i fenomeni del calcio che ogni tanto criticano senza dare né fare nulla?
                                                                   “”””””””””””””””””””””
Ci siamo poi salvati per  5 anni consecutivi, magari con le sofferenze dei Play-out,  tuttavia  vincendo in  ogni Campionato la Classifica dei Giovani D Valore, non solo a livello di Girone , ma a livello NAZIONALE!!!
A proposito, approfitto per sfatare qualche illazione in merito a presunte conseguenze finanziarie per il mancato premio di quest’anno, che, seppur vinto in base alla classifica, non ci sarà erogato in quanto retrocessi:  il premio per la Classifica dei G d V,  l’avevo già promesso alla Squadra come premio salvezza. Quindi non avrebbe inciso in ogni modo dal punto di vista economico sui conti della mia gestione.
CONTI CHE SONO SEMPRE STATI  IN ORDINE;   le scadenze con i giocatori e collaboratori sono  sempre state onorate nei tempi stabiliti.                                                 
Gli impegni finanziari ed economici sono sempre stati mantenuti, anche perché ho puntualmente iniettato dei salutari ‘flebo’  ad ogni  esigenza di gestione.                                             
Ora il Monte è retrocesso in ‘Eccellenza’.
Di questa retrocessione mi  sono addossato tutte le responsabilità e ho voluto  sinceramente  ringraziare tutti coloro che hanno partecipato a questo Progetto, e a chi  mi ha dato una mano in tutti questi anni e mi è stato vicino a lavorare. Dico ‘lavorare’ non a criticare.                 
A volte, nel corso di questi sei Campionati  ho avuto quasi  l’impressione, ma non solo,  che a qualcuno abbia dato quasi fastidio il fatto che  un ‘ foresto’, visto che non sono un Montebellunese DOC ma un Caeranese DOC, sia entrato a suo tempo a rilevare il Calcio Montebelluna. Bene, vi posso assicurare che se da domani qualche Montebellunese DOC desidera acquisire la Società,  le porte sono aperte  e i portoni sono spalancati.
 
                                                           “”””””””””””””””””””””””””””
Non condivido l’ondata di catastrofismo che qualche giorno fa  ha riempito le pagine sportive dei quotidiani locali,  soprattutto  ‘Il Gazzettino’ e ‘La Tribuna’.                                         
Ho letto titoli e affermazioni  apocalittiche: ho letto di ‘Caporetto’,  di  ‘fallimento’,  di ‘declino’, di  ‘settore giovanile che non esiste più’, di  ‘epilogo amarissimo’, di   ‘un disastro che apre scenari inesplorati’, di ‘calcio all’anno zero’,  di ‘tremendo finale’.                                                                         
E’ sembrato di  leggere la cronaca di una catastrofe, non solo sportiva ma anche sociale.     
Mi fa semplicemente sorridere. Nessuno ha  usato il vocabolo ‘Caporetto’ neppure quando il fallimento di qualche Istituto di Credito del nostro territorio ha messo in serie difficoltà migliaia di famiglie e di aziende.                                                                                                                                          
Nella situazione politica ed  economica  in cui  ci troviamo in Italia,  tutto questo catastrofismo mi sembra un insulto al buonsenso e  alla misura delle cose.                                                                       
I titoli del Gazzettino, hanno descritto  questa retrocessione come una ‘ Caporetto’, forse dimenticando sia la Storia della Grande Guerra, che la Storia del Calcio Montebelluna.                                                                                          
Qualche ex Dirigente del Calcio Montebelluna inoltre si è lasciato andare a giudizi poco indulgenti, per usare un eufemismo, sulla mia gestione.
Reputo che i motivi di queste critiche, che  rispetto ma che rigetto,  abbiano tre probabili paternità:
-          o la memoria di chi giudica ha subito qualche intoppo.
-          o siamo di fronte a malafede.
-          oppure la penna del cronista si è permessa qualche licenza poetica. E non sarebbe la prima volta.
Allora, senza vena polemica, ma solo  per  sfatare i luoghi comuni, e per ricordare a chi ha dichiarato e/o scritto  certi giudizi,  o a chi magari fra i più giovani  non conosce la Storia del Calcio Montebelluna, vorrei ricordare che questa Società ha vissuto momenti molto più ‘tragici’ di quelli odierni.
L’aggettivo ‘tragico’ l’ho ripreso volutamente dagli articoli dei vostri quotidiani.                                   
Per me non è una ‘tragedia’ ma solo una  sconfitta sportiva. Le tragedie nella vita sono ben altre!! Purtroppo! Nello Sport si vince e si perde; oggi ho perso.                                   
Qui non è avvenuta alcuna tragedia né alcun fallimento; vi assicuro che il prossimo acquirente del Calcio Montebelluna, troverà una situazione in ordine, in tutti i sensi.
 
Veniamo alla Storia delle retrocessioni più recenti del ‘Monte’: (storia incontestabile e incontrovertibile).
Nella stagione 90/91 il Monte è retrocesso in Eccellenza.  
Nella stagione 94/95 il Monte è nuovamente retrocesso in Eccellenza.
Nella Stagione 96/97 il Monte è retrocesso in Promozione.
Nella stagione 99/2000 il Monte è retrocesso in Prima Categoria
e nella stagione successiva 2000/2001 è addirittura retrocesso  in Seconda Categoria, salvo poi essere ripescato in Promozione per una ‘fusione’  con la Polisportiva Monte.
Una domanda: chi era il dirigente e socio di maggioranza che nelle stagioni 90/91-94/95-96/97 ha gestito  queste retrocessioni? Si attende una risposta.
Ricordo poi che anche nella stagione 2005/2006 il Monte retrocede (e viene poi ripescato).       
Non mi sembra di ricordare, allora, un tale  clamore e l’aria tragica che alcuni (stampa compresa)  vorrebbero far aleggiare  oggi sulla Società. Nessuno allora si stracciò le vesti!  Né scrisse di ‘Caporetto’.
Penso che i dati che ho riportato sopra bastino a smentire tutte le scorrettezze (nel senso di notizie non corrette) e i titoloni ad effetto che avete prodotto qualche giorno fa (‘avete’ inteso come ‘voi giornalisti, e coloro che mettono i titoli’).                                                                                                           
In merito poi all’argomento ‘Settore Giovanile’,  vorrei anche qui fare un po’ di chiarezza e mettere la verità al proprio posto.                                                                                                               
A  chi afferma che il nostro attuale Settore Giovanile è scadente, propongo pacatamente qualche aggiornamento dell’attuale ‘mondo’ del Calcio Giovanile,  rispetto a quello di 20 - 30 o 40 anni or sono, e qualche dato sui risultati ottenuti negli anni della mia gestione:
 
1)     un tempo, quando un giocatore si ‘metteva in mostra’,   le Società Professionistiche arrivavano puntualmente a richiedere il ragazzo.  La trattativa verteva fra il Presidente della Società Prof (o un suo incaricato) e la società dilettantistica. I rimborsi  per il famoso ‘cartellino’ che giravano allora, a parità di valore tecnico del giocatore erano (attualizzando il valore di allora) almeno cinque o sei volte quello che oggi si può recuperare. Qualche dirigente del ‘Monte’  di allora, che mi incrociava  in P.zza Crimea a Torino (ex sede Juve)  e ‘portava a casa ’  ai tempi  qualche centinaio di  milioni delle vecchie Lire per un promettente ragazzo,  con le stesse qualità o a volte anche inferiori  di molti dei nostri attuali,  aveva ovviamente una gestione  un po’ meno ‘tirata’  di quanto succede oggi.  Era conseguentemente più facile poi poter  ingaggiare giocatori di grande qualità e molte  volte di categoria superiore. 
 
2)     Oggi,  inoltre,  salvo casi sporadici,  ci sono di mezzo i cosi detti ‘procuratori’ che contattano i genitori, soprattutto se il ragazzo non ha ancora compiuto il 14° anno di età e quindi non è ancora ‘vincolato’,   saltando quindi a piè pari la Società Dilettantistica. Costoro promettono alla famiglia  la carriera di Messi-Ronaldo etc. , e nella maggior parte dei casi,  indirizzando il giovane alla Società Professionistica che  più interessa al ‘procuratore’ , a scapito anche del potenziale ritorno per la Società Dilettantistica di provenienza. Con questa ‘formula’ alla Società dilettantistica spetta il  ‘Premio di Preparazione’ che, nella migliore      delle ipotesi,  vale 19.500 € circa se il giocatore va in una società di serie A.   Per la ‘B’ e la ‘C’  il premio diminuisce considerevolmente.
 
3)     Oggi, nelle squadre giovanili (soprattutto nelle ‘Primavere’) di molte  Società Professionistiche,  almeno il 50% è formato da  giocatori di provenienza straniera. Per cui, attualmente,  per i nostri ragazzi è molto, molto  più difficile emergere.
Quindi ‘dobbiamo fare le nozze coi fichi secchi’, come si suole dire in questi casi.
 
In risposta a chi afferma che il nostro Settore Giovanile ‘non esiste più’ e che  ‘non vince neppure i tornei post campionato  sparsi in tutta la  Marca’,  vorrei ricordare i risultati del nostro Settore Giovanile in questi sei anni.
Parliamo di Titoli nella massima categoria del calcio Dilettanti, e cioè  Allievi e Giovanissimi ‘ELITE’,  che è l’espressione più  importante del Calcio Dilettantistico  a livello Nazionale.
 
2012/13     TITOLO REGIONALE ALLIEVI
                  TITOLO CAMPIONI D’ITALIA ALLIEVI.
 
2013/14      TITOLO REGIONALE CATEGORIA ALLIEVI
                   FINALISTA FINAL SIX NAZIONALI CATEGORIA ALLIEVI
                   TITOLO REGIONALE CATEGORIA GIOVANISSIMI
                   VICE CAMPIONI D’ITALIA ALLE FINAL SIX NAZIONALI.
 
2014/15    NESSUN TITOLO!!! L’ ANNATA STORTA PUO’ CAPITARE…
 
2015/16    TITOLO REGIONALE CATEGORIA ALLIEVI.
                 FINALISTA ALLE FINAL SIX NAZIONALI CAT ALLIEVI.
                 VICECAMPIONI REGIONALI CATEGORIA GIOVANISSIMI.
 
2016/17    TITOLO REGIONALE CATEGORIA ALLIEVI.
                 FINALISTA ALLE FINAL SIX NAZIONALI.
                 VICECAMPIONE REGIONALE CATEGORIA GIOVANISSIMI.
 
2017/18    NESSUN TITOLO.
 
Ricordo infine che negli anni di mia gestione i ragazzi che sono passati dal Monte a Società Professionistiche sono stati 33.
Non penso che questi risultati  riflettano, a livello giovanile, una gestione fallimentare, come ho letto  da qualche parte.
 
Per quanto riguarda invece il futuro,  posso affermare che da domani  la Società  è a disposizione di chi desidera mettersi in gioco e continuare la gestione e la guida del Calcio Montebelluna.
Se entro fine giugno / primi luglio  nessuna persona  credibile, soprattutto per quanto riguarda la continuità del Settore Giovanile,  si farà viva per un’eventuale trattativa di acquisizione, ne trarrò le debite conclusioni e prenderò la decisione che reputerò per me più conveniente.
 
Il Presidente

Marzio Brombal

COMUNICATO DEL PRESIDENTE

Ph Nalmar _000057519

 

L’ultima partita di ieri contro il ‘Legnago Salus’ del Campionato di Serie D / Girone ‘C’,  ha decretato la retrocessione diretta della nostra Prima Squadra ‘Calcio Montebelluna’, dalla Serie ‘D’ alla categoria inferiore, e cioè all’ “ECCELLENZA”. 
La permanenza in categoria era uno degli obiettivi della Stagione e non è stato raggiunto.
La delusione mia e, penso, di tutta la Squadra e del Team è forte, l’amarezza ci assale e la sfiducia ci immobilizza i pensieri.
Devo ammettere che quando arrivano queste sconfitte, nel calcio come nella vita, le colpe e le responsabilità sono solo di chi guida la nave, e cioè del Presidente.
Non ci sono scusanti, attenuanti o alibi che possano ribaltare questa regola, che giustamente assegna a chi detiene la responsabilità delle decisioni finali anche il dovere di assumersi l’onere delle conseguenze.
Io, come Presidente e come leader di questa Società, avrei dovuto fare di più, avrei dovuto fare meglio, e me ne scuso con chi ha avuto, ed ha tuttora, sinceramente a cuore le sorti del Calcio Montebelluna. 
Ringrazio tutti i Collaboratori, lo Staff Tecnico, e TUTTI i Giocatori per l’impegno profuso nel corso di tutta questa Stagione Sportiva; chi è andato in campo ha dato tutto, anche se purtroppo non è bastato per raggiungere l’obiettivo. Grazie di cuore lo stesso, a tutti.

A questo punto è doveroso da parte mia prendermi alcuni giorni di riflessione per gli approfondimenti e le valutazioni che queste situazioni esigono, prima di prendere le decisioni per il futuro.

 

Il Presidente.
Marzio Brombal

Montebelluna, 07/05/2018

Serie D: 34a Giornata di Campionato

Veratti bluLuca Veratti
LEGNAGO - MONTEBELLUNA 5-2
19' Maiese, 45' Vita (rig.), 24' st Bodini, 30' st Sartori, 35' st Veratti, 36' st Bodini, 45' st Zanetti
 
Legnago: Cairola, Dabo, Pasquino (1' st Cardamone), Kouame, Parrino, Rizzo (27' st Mangiapia), Taylor (20' st Torri), Maiese, Matei (20' st Zanetti), Marchetti (14' st Bodini), Vita.
 
A disposizione: Cuoco, Managiapia, Talin, Cardamone, Gulinatti, Torri, Marin, Bodini, Zanetti.
 
Allenatore: Manuel Spinale
 
Montebelluna: Milan, Fabbian, Cosner, Tonizzo, Perosin (33' st Spagnol), Diop (45' Farina), Pettinà, De Vido, Veratti, Zago (20' st Sartori), Barbon (42' st Munarini).
 
A disposizione: Farina, Basso, Bagarolo, Sapgnol, Dal Maso, Tronchin, Nchama, Munarini, Sartori.
 
Allenatore: Matteo Zulian
 
Ammoniti: Perosin, Fabbian
Espulso: Milan
 

RAGGRUPPAMENTI FIGC - PICCOLI AMICI E PRIMI CALCI

Martedì 1 maggio 2018 si è svolta, presso lo stadio San Vigilio di Montebelluna, organizzata dalla società Calcio Montebelluna, una bellissima manifestazione riservata ai bambini della categoria “primi calci e piccoli amici anni 2009-2010 e 2011”.
In mattinata, i circa 280 bambini delle società AltivoleseMaser, Badoere, San Gaetano, Fulgor Trevignano, Caerano, Zero Branco e Montebelluna si sono cimentati in giochi con la palla e mini gare 4 vs 4 e 5 vs 5 sotto l’occhio vigile e interessato di circa un migliaio di genitori.
Alla premiazione, era presente il Responsabile dei Centri Tecnici Federali della FIGC Veneto, dott. Andrea Basso, il quale ha ricordato ai genitori presenti le finalità ludico – educative della categoria "primi calci e piccoli amici", complimentandosi con tutti i tecnici e i dirigenti delle società presenti  per la perfetta organizzazione della manifestazione, che è stata un vero e proprio spot per il calcio giovanile della  Provincia di Treviso.
 
Hanno presenziato inoltre  anche il Vicepresidente della società , Sig. Norio Brombal, il maestro della Tecnica Berto De Bortoli, il Responsabile del Settore Giovanile Sig. Alberto Ciarelli e lo sponsor Sig. Paolo Battiston, titolare della azienda Pathos i quali si sono complimentati per l’entusiasmo dimostrato dai giovani calciatori in campo e hanno dato un arrivederci al prossimo anno.
 

 

PRIMO PIANO

 
 
 

PROSSIME PARTITE

   
 

 Seguici su Facebook

Album

PRIMA SQUADRA 2017 - 2018

2017_09_02/spagnolluca00.jpg
02 Settembre 2017
27 immagini in album

JUNIORES NAZIONALI

2017_11_03/edoardosecco.jpg
03 Novembre 2017
17 immagini in album

ALLIEVI ELITE '01

Allievi Elite 2001

2017_11_03/prep.atleticosett.giov.massimilianomutta.jpg
03 Novembre 2017
21 immagini in album

ALLIEVI SPERIMENTALI '02

Allievi Sperimentali '02

2017_11_03/carlomaronilli.jpg
03 Novembre 2017
23 immagini in album

GIOVANISSIMI ELITE '03

GIOVANISSIMI ELITE

2017_11_03/nicolabarea.jpg
03 Novembre 2017
26 immagini in album

GIOVANISSIMI PROV. '04

2017_11_04/mattiazanchetta.jpg
04 Novembre 2017
16 immagini in album

GIOVANISSIMI PROV. '05

2017_11_04/davidepizzato.jpg
04 Novembre 2017
23 immagini in album

ESORDIENTI '06

2017_11_04/sebastianorizzotto.jpg
04 Novembre 2017
19 immagini in album

PULCINI '07

2017_11_04/alessandrogiovanelli.jpg
04 Novembre 2017
19 immagini in album

PULCINI '08

2017_11_04/tommasobinotto.jpg
04 Novembre 2017
24 immagini in album

PRIMI CALCI '09

2017_11_04/lucaragione.jpg
04 Novembre 2017
19 immagini in album

PICCOLI AMICI '10

2017_11_04/giovannisottana.jpg
04 Novembre 2017
18 immagini in album

GIOVANISSIMI SPERIMENTALI '04

2017_11_08/davideserafin.jpg
08 Novembre 2017
25 immagini in album

PICCOLI AMICI '11

2017_11_08/andreameneghello.jpg
08 Novembre 2017
19 immagini in album

NATALE 2017 BIANCOCELESTE

2017_12_18/phnalmar9457.jpg
17 Dicembre 2017
38 immagini in album

Contattaci