Prima Squadra

PREGNOLATO: MONTE E’ CASA !!

Pregnolato

 

“Mi sono sentito a casa!” esordisce così Andrea Pregnolato, difensore classe ’95.”
 
Andrea è cresciuto nei settori giovanili del Cittadella, un anno nel Treviso ai tempi della Serie A e poi la consacrazione nel Vicenza Calcio dove è maturato fino alla Primavera.
Esordio in Serie D nella stagione 2014/15 con l’ArzignanoChiampo collezionando 34 presenze: esordio da veterano !!
In quest’ultima stagione inizia il campionato nell’Altovicentino per poi passare alla Luparense; Andrea sempre nel taccuino dei club di vertice!
 
“Spero di dare il mio contributo a questa squadra e che i miei compagni capiscano che dobbiamo fare un anno di sacrificio e di battaglia: forza Monte !!”
 
“Ho scelto di venire a Montebelluna perché credo in questo progetto! Ringrazio il Presidente ed il Direttore che mi hanno fatto un ottima impressione.”
 
“Ho molto da dare a questa squadra e ho molte motivazioni dopo un anno un po’ travagliato e difficile .. Sono sicuro sia stata una scelta giusta per me.”
 
Andre: profumo di casa !!
 
 

NICOLA FASAN: PREMIATA RICONFERMA !!

 

Nicola Fasan

 

Nicola Fasan riparte a pedalare da Via Biagi !!!
 
La conferma per la prossima stagione del "Di Natale" biancoceleste avviene nel giorno della premiazione quale migliore giocatore della stagione sportiva 2015/2016.
 
Nicola Fasan, classe 1998, prodotto della cantera biancoceleste, si è infatti aggiudicato il Premio Rugolo, una splendida Bicicletta “elettrica”. La premiazione si è svolta presso la Concessionaria Rugolo Auto, partner commerciale del Calcio Montebelluna 1919.
 
IMG_5989
 
Nicola, attaccante “genioso” è cresciuto moltissimo nel corso di questa stagione, giocando quasi tutte le gare da titolare in D; è stato infatti uno dei giovani più titolari in Italia!!
Ha dimostrando maturità, personalità, duttilità di ruolo e qualità veramente importanti sia in fase di rifinitura che di conclusione.
 
“Sono molto felice di indossare di nuovo questa maglia che è il simbolo della mia crescita calcistica e umana anno per anno – esprime così Nicola la gioa del rinnovo. Spero quest'anno di fare ancora meglio dello scorso anno e ringrazio il Presidente ed il Mister per la volontà nel volermi ancora con loro per un'altra stagione.
Speriamo che gli errori della stagione passata siano da insegnamento per quella che verrà, io in primis darò il massimo per la squadra come ho sempre fatto..forza Monte!
 
Il Presidente Marzio Brombal afferma con soddisfazione che “nel corso del campionato appena concluso Nicola è stato una delle rivelazioni più belle della nostra squadra.
Sono sicuro che per lui la prossima stagione sarà quella della consacrazione e ci auguriamo tutti che sia anche il trampolino di lancio per salire di categoria."
 
Pedala Nicola !!!
 

DE VIDO e DAL MASO : NUOVE BANDIERE CRESCONO IN VIA BIAGI !!

Nicola De Vido Nicola Da Vido

Saverio Dal Maso Saverio Dal Maso

 

Nicola De Vido e Saverio Dal Maso saranno protagonisti con la nostra maglia anche nella prossima stagione sportiva.
 
I giovani cresciuti nella Cantera biancoceleste, artefici della permanenza nel massimo campionato dilettantistico nella stagione da poco conclusa, consolidano la permanenza in Via Biagi.
 
Nicola De Vido, classe ’95, giocatore duttile in grado di ricoprire più ruoli, ha realizzato 6 gol in questo campionato; suo l’eurogol che ha sbloccato la finale di play out con il Fontanafredda.
 
Saverio Dal Maso, classe ’96, tricolore con gli Allievi nel 2013, una vita da mediano...... è cresciuto molto nell’arco del campionato diventando un punto di riferimento per il centrocampo del Monte. Geometra di centrocampo con doti di interdizione.
 
Giovani della Cantera che diventano bandiere .... il sogno biancoceleste continua.
 

NICOLA TONIZZO: 190 CENTIMETRI DI QUALITA’ !!

 
nicolatonizzo
 
Il centrocampista con il vizio del gol !!
 
Più di 40 gol nelle ultime 4 stagioni, si presenta così Nicola Tonizzo, classe ‘90 !
 
Il Monte blinda il centrocampo inserendo nell’organico di mister Gianfranco Fonti un giocatore che conosce bene la Serie D.
 
Nicola è cresciuto nei settori giovanili dell’Udinese e della Triestina per poi esordire giovanissimo nel campionato di Serie D con la Manzanese. Protagonista poi in questa categoria con l’Union Quinto, il Monfalcone ed il Fontanafredda.
 
La scelta Montebelluna “per contribuire alla permanenza della società biancoceleste in questo campionato – afferma Nicola – e per continuare a migliorarmi di partita di in partita”.
 
“Le prime parole con il Presidente ed il Direttore mi hanno fatto capire la serietà di questa società”.
 
Centrimetri di qualità che portano esperienza e “vizio del gol” in una squadra che anche nella prossima stagione sarà formata dai giovani che crescono nel Vivaio biancoceleste; ragazzi molto giovani ma D valore !!
 
Benvenuto Nicola!!
 

DAMIANO MILAN: LA SARACINESCA !!

 
Daminano Milan, un curriculum che profuma di garanzia per la nuova saracinesca di Via Biagi!

Portiere cresciuto nel settore giovanile del Treviso e poi maturato nelle categorie professionistiche delle principali piazze del Sud; Avellino, Salernitana, Nocerina, Juve Stabia e 2 anni al Foggia.
 
Più di 15 anni di parate professionistiche; nella stagione 2011/12 approda al Varese in Serie B rimanendovi per 3 stagioni. Negli ultimi due anni ha difeso i pali del Gozzano, squadra piemontese che con Damiano ha riconquistato nel campionato 2014/15 la Serie D e si è classificata 6a nel campionato 2015/16.

Damiano afferma “La scelta del Montebelluna è stata molto facile, perché é una società seria fatta da persone che vogliono fare bene a partire dal Presidente ed il Direttore.
 
Il mister me lo ricordo quando era a Portogruaro e la cosa è molto stimolante e poi dopo molti anni passati in giro per l'Italia ora ho un bimbo che inizia ad avere 4 anni e quindi con mia moglie abbiamo deciso di fermarci a casa a Mirano !!
 
L'obiettivo è di guardare partita per partita e cercare di avere continuità come squadra in modo da toglierci qualche soddisfazione ....”.
 
Abbassa la saracinesca DAMIANO !!!
 

MANUEL PEROSIN: UNA VITA DA CAPITANO !!

Manuel Perosin

 

Manuel Perosin, inizia così il mercato biancoceleste !!
 
Il capitano del Monte per l’ottava stagione consecutiva vestirà la maglia della prima squadra biancoceleste.
Il mercato estivo biancoceleste non poteva che partire dalla conferma del capitano simbolo della “Cantera”, di casa in Via Biagi dall’età di 7 anni.
 
Fabrizio Toniutto commenta così la firma del capitano: “La conferma di Manuel, centrocampista dalle indiscutibili qualità tecniche, è la testimonianza che il nuovo Monte sarà di qualità e Manuel non può che esser il primo tassello”.
 

MONTE SI RIPARTE DA GIANFRANCO FONTI !!

Gianfranco Fonti

 

La Società Calcio Montebelluna 1919 comunica il rinnovo della collaborazione tecnica con il Mister Gianfranco Fonti per la prossima stagione 2016/17.
 
Il Presidente Marzio Brombal ed il Direttore Generale Fabrizio Toniutto con la presenza del VicePresidente Norio Brombal hanno rinnovato la fiducia al Mister artefice della salvezza costruita con la squadra più giovane d’Italia.
 
Il Mister ha saputo valorizzare i giovani della “Cantera” biancoceleste sposando così il progetto del Presidente Brombal.
 
Il cantiere per la prossima stagione non poteva che ripartire dalla conferma di Gianfranco Fonti che ha dimostrato di lavorare con passione, onestà intellettuale e capacità tecniche.
 
“La stima della Società, dei giocatori e la mia personale – afferma il Presidente Brombal - nei confronti di Mister Fonti allenatore e uomo, mi hanno fatto decidere per il rinnovo della nostra collaborazione. La serietà e la professionalità di Gianfranco Fonti sono le basi di ripartenza per la prossima stagione calcistica. Faremo il possibile per migliorare il risultato del campionato scorso cercando di far tesoro della conoscenza reciproca maturata in una stagione complicata ma che alla fine  ha avuto un esito  positivo”.
 
Mister Fonti esprime così la sua soddisfazione per la rinnovata collaborazione: “per me è motivo d’orgoglio che il Montebelluna Calcio abbia voluto proseguire il rapporto con il sottoscritto. Adesso devo ripagare questo ulteriore atto di fiducia del Presidente e della Società nei miei confronti. Impegno e lavoro spero diano quei risultati che tutti ci auspichiamo. La speranza è che partendo da un anno di lavoro si possano creare i presupposti per una stagione migliore.
La forza di questa Società è la programmazione e sono onorato di far parte di questi programmi. Credo in questo progetto !! Attendo con rinnovato entusiasmo l’inizio della preparazione per una stagione che possa arricchirsi di soddisfazioni!”
 
Ripartiamo Gianfranco !!
 

COMUNICAZIONE DEL PRESIDENTE

Marzio Brombal Presidente Brombal
 

La Società “Calcio Montebelluna 1919”, in seguito alle affermazioni lette sul Gazzettino di oggi 30 maggio, informa che nel corso della prossima settimana ci sarà un incontro con Mister Gianfranco Fonti, in vista del rinnovo della collaborazione tecnica per la prossima stagione 2016/17.

 

Lo stile della nostra società è quello di comportarsi da persone per bene, e quindi, prima di intraprendere qualsiasi alternativa all'attuale conduzione tecnica, ci viene naturale sederci attorno ad un tavolo e dare la precedenza a chi ha lavorato con passione, onestà intellettuale e capacità tecniche.

 

Tutte le notizie relative ad un cambio di allenatore della prima squadra sono quindi, al momento, fuori luogo e prive di qualsiasi fondamento, oltre che destabilizzanti per un ambiente che si sta assaporando la meritata salvezza acquisita sul campo solo una settimana fa.


Il Presidente
Marzio Brombal

5 giovani della “Cantera biancoceleste” convocati per la “Juniores Cup 2016”

Pietro Maronilli Pietro Maronilli

Andrea Granzotto Andrea Granzotto

Orlando NdojOrlando Ndoj

Filippo Nardi Filippo Nardi

Nicola Fasan Nicola Fasan

 

La società Calcio Montebelluna 1919 comunica che i giocatori Pietro Maronilli, Andrea Granzotto, Orlando Ndoj, Filippo Nardi e Nicola Fasan sono stati convocati per la “Juniores Cup 2016”.
 
La Juniores Cup 2016 è la  competizione organizzata dalla Lega Nazionale Dilettanti e riservata alle Selezioni dei singoli gironi in cui è articolato il Campionato di Serie D; Il Girone C (Trivento) è guidato dal mister trevigiano Sergio Arnosti.
 
Vi partecipano i migliori “98” d’Italia che giocano nel massimo campionato dilettantistico; come da tradizione, ci sono cinque giocatori del vivaio biancoceleste nella Selezione del Nord-Est.
 
La manifestazione si svolgerà dal 29 Maggio 2016 al 2 Giugno 2016 nelle località di Camaiore e Viareggio.
 
I talentuosi giovani del Monte protagonisti della permanenza della Società biancoceleste nel massimo campionati dilettantistico hanno contribuito a fare del Monte la squadra più giovane d’Italia.
 
Il marchio Monte presente quindi anche nell’importante vetrina della manifestazione organizzata dalla LND.
 
Il Direttore Tecnico Toniutto “considerato che la squadra è composta da ragazzi provenienti da tre regioni, il fatto che siano stati selezionati 5 giocatori biancocelesti conferma il valore del nostro vivaio. Siamo uno dei pochi club che abbiano schierato giocatori del '98 titolari nel campionato di Serie D".
 
In bocca al lupo ragazzi !!

 

MONTE: E’ ANCORA E SEMPRE PIU’ SERIE D “MADE IN VIA BIAGI” !!

nal99999_44

 

La squadra più giovane d’Italia rimane in Serie D !!!
 
Lo scontro salvezza con il Fontanafredda ha decretato la permanenza del Monte nel massimo campionato dilettantistico; la partita ha ripercorso le tappe di un campionato all’insegna dei talenti che crescono nel vivaio biancoceleste.
 
Le marcature sono state sugellate da Nicola De Vido e Nicola Fasan entrambi “made in Via Biagi” e la parata decisiva del rigore a pochi minuti dal termine è stata opera di Nicola Rigo, saracinesca plasmata dal vivaio biancoceleste.
 
La carta d’identità della formazione biancoceleste è sbalorditiva: età media 20 anni !!!!!!!
 
Giovani D valore che crescono nella Cantera Biancoceleste e suscitano l’interesse delle società professionistiche.
 
La Mission del Presidene Brombal consente di confermare il Monte per il quarto anno consecutivo la squadra più giovane d’Italia; scelta di stile azzardata ma coerente con un progetto partito 4 anni fa !!
 
Commenta così il Presidente Brombal: “è stata una salvezza molto sofferta, ma forse proprio per questo motivo, ancor più apprezzata e sentita. Avremmo potuto conquistarla con qualche giornata in anticipo, ma a volte ci siamo fatti prendere dall'ansia e a volte le circostanze non ci hanno premiato.
 
La conclusione vittoriosa di domenica é stata il frutto di un lavoro di Gruppo che  Mister Fonti ha diretto con  sapienza e costanza, e tutti i ragazzi lo hanno seguito. C'era il rischio che una squadra così giovane, in assoluto la più giovane delle 160 squadre della Serie D italiana,  potesse cadere nella sfida decisiva, sopratutto dopo la delusione di dover disputare i play-out per una differenza reti. Ma la loro reazione è stata sorprendente, come gia' era capitato in altre occasioni durante il campionato ed il Gruppo è risorto dalle proprie ceneri, come l'Araba Fenice.
 
Colgo l'occasione per ringraziare il Mister e tutto lo staff tecnico e i collaboratori della prima squadra, senza dimenticare nessuno; poi mio fratello Norio che ha seguito questa avventura con la passione, la grinta e la presenza costante, il d.g. Fabrizio Toniutto che, grazie alla sua lunga esperienza e lucidità,  ha fatto un grande lavoro di coordinamento e di qualità tecnica assieme al Mister e a Norio; un grazie anche  al Mister della Juniores Matteo Zulian che ha sempre collaborato in modo altruista mettendo a disposizione della prima squadra i suoi ragazzi nei momenti di necessità. 
 
E poi naturalmente un plauso ai protagonisti di questa sofferta ma grande salvezza, questo Gruppo di ragazzi, i miei "boce", che hanno sempre lavorato con serietà e impegno. Che hanno messo alla prova le mie coronarie ma che alla fine mi hanno dato una grande soddisfazione. Gran bel Gruppo!”
 
 
Il Direttore Tecnico della Cantera di Via Biagi, Fabrizio Toniutto, artefice del miracolo biancoceleste non tradisce l’emozione: “sono orgoglioso e ringrazio di cuore tutti i giocatori, lo staff ed i dirigenti che hanno ripagato la fiducia "incondizionata" in loro riposta e vinto con la salvezza una sfida importante che permetterà loro di crescere ancora ed alla società di confermare la linea di valorizzazione dei giovani.
I giocatori, i tecnici, i dirigenti cambiano la società Calcio Montebelluna 1919 rimane . . . In serie D per riproporre un calcio di qualità e buoni giovani talenti”.
 
In questa stagione il Monte oltre ad essere la società più giovane in Italia, si aggiudica per il quarto anno consecutivo il premio “GiovaniDvalore”, riconoscimento economico alla Società che ha schierato i giovani cresciuti nel proprio vivaio. La società si è inoltre pregiata del riconoscimento di squadra più disciplinata in Italia con i ragazzi della Juniores.
 
In piante stabile in prima squadra che sono cresciuti nella Cantera Biancoceleste sono
Nicola Rigo (94)
Gabriele Fabbian (95)
Pietro Maronilli (98)
Riccardo Semenzin (96)
Alberto Bressan (98)
Marco Bressan (91)
Giacomo Cusinato (97)
Saverio Dal Maso (96)
Nicola De Vido (95)
Filippo Nardi (98)
Manuel Perosin (92)
Nicola Fasan (98)
Nicola Sartori (98)
 
Il Capitano Perosin, biancoceleste da una vita, dedica la “Salvezza al gruppo, tifosi e Presidente! Un anno difficile, per vari motivi, siamo stata la squadra più giovane di tutta la serie D e ovviamente questo ha portato a molte difficoltà, però con il lavoro costante, siamo riusciti a ottenere questa salvezza, direi meritata comunque.
Essere capitano ovviamente mi rende responsabile di quanto accade nella quotidianità dello spogliatoio (appunto spogliatoio, allenamenti) e ovviamente nell'arco delle partite, però non è un peso e sono orgoglioso di essere capitano in una società seria!”
 
Mister Fonti “Montebelluna Calcio 1919 - La salvezza come crescita -!!! Difficile in poche righe raccogliere tutti i pensieri di dieci mesi di campionato. Venivo da un campionato diverso appena concluso e mi arriva la telefonata prima di Toniutto poi quella del presidente Brombal (non ci conoscevamo, io li conoscevo solo di fama, poi ho avuto la fortuna di conoscerli e viverli di persona in un anno assieme anche a Norio, vice presidente e fratello del Presidente), in un brevissimo tempo ci siamo messi d’accordo, avevo fame di calcio e l’idea Montebelluna mi pigliava, non sapevo che squadra poteva esserci, ma poco importava Montebelluna è sempre una garanzia sui giovani.
S’inizia il 23 luglio 2015.
Sarà una stagione complicata ma vissuta fino alla fine con lo spirito giusto di chi soffre ma che resta sul pezzo. Un gruppo di giovani, giovanissimi, ma speciali, di uomini cresciuti in fretta per affrontare un percorso dalle mille difficoltà. Un’ esperienza irripetibile dove l’incognita ha regnato costante tra prestazioni di alto livello e blackout imprevedibili ma con un impegno che non è mai venuto a mancare e questo mi ha dato fiducia e vedevo che con molte probabilità ce l’avremmo fatta, ma bisognava crederci e non mollare un centimetro.
Tutti hanno contribuito alla grande a raggiungere l’obiettivo: intorno alla squadra agiscono tante persone che nella sottovisibilità hanno dato un contributo affinchè le risorse tecniche della squadra potessero rendere al meglio. Impossibile citare tutti, ma in società, tutti proprio tutti hanno dato un contributo fondamentale a questa sospirata salvezza.
E’ chiaro che il vissuto nello spogliatoio e in campo con uno staff tecnico di eccellente preparazione tecnica ma soprattutto umana (Marco allenatore in seconda e Andrea preparatore portieri nonché Matteo allenatore juniores) e i giocatori è quello che più ci ha accompagnato in un percorso che ci ha visto tagliare il traguardo della salvezza con la consapevolezza di essercela meritata pur con patemi d’animo che comunque sono serviti alla crescita del gruppo e dell’individuo e sono sicuro che a questi ragazzi servirà, eccome….
 
La costanza di Fabrizio (Toniutto) nel contribuire alla fiducia, l’assidua presenza di Norio (Brombal) sempre al nostro fianco soprattutto nelle difficoltà (tantissime) per finire al nostro Presidentissimo Marzio Brombal che mai ha avuto incertezza nel sottoscritto e nel gruppo portando positività all’infinito… hanno dato forza a tutti noi, perciò mi sento di dire grazie, un grazie da chi vi ha fatto soffrire ma che ci ha provato fino alla fine facendo del proprio meglio mettendo in campo anima corpo testa in quel rettangolo di gioco così tanto amato da tutti noi, e alla fine
TUTTI ASSIEME CE L’ABBIAMO FATTA!
GRANDE MONTE, FORZA MONTE…..LA SERIE D E’ TUA!!”
 

#equilafestaforzamonteseried

IMG_5709

IMG_5708IMG_5707IMG_5706IMG_5705IMG_5704IMG_5703IMG_5702

MONTE E' ANCORA SERIE D !!!!!!!!!!!!!

Marzio Brombal Presidente Marzio Brombal

Gianfranco Fonti Mister Gianfranco Fonti

 

Monte è ancora SERIE D !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

De Vido gol e Fasan gol ed il Monte si impone sul Fontanafredda per 2 a 0 davanti ad un pubblico delle grandi occasioni accorso in Via Biagi.

Complimenti al Presidente Brombal, al Direttore Toniutto, al Mister Fonti ed a tutti i ragazzi che hanno sempre lottato.

LA SQUADRA PIU' GIOVANE D'ITALIA RIMANE IN SERIE D !!!!!!!!!!!

Forza Monte !!!!

Leggi tutto...

GARA DI “PLAY - OUT SERIE D” DEL 22 MAGGIO 2016

 

La Società Calcio Montebelluna 1919 comunica che in occasione della gara di play-out CALCIO MONTEBELLUNA – FONTANAFREDDA che si disputerà Domenica  22 Maggio 2016 alle ore 16.00 presso lo Stadio “S. Vigilio” di Montebelluna in Via Biagi 6,
non verranno accettate richiestedi accredito né si potrà accedere mediante la tessera di abbonamento trattandosi di gara gestita direttamente dalla LND.
 
Per ulteriori informazioni contattare il Team Manager del Calcio Montebelluna 1919 al numero 340 2139846.

PAROLA AL PRESIDENTE !

Brombal_Marzio

 

Il Presidente del Calcio Montebelluna, Marzio Brombal, ci ha rilasciato in esclusiva un’intervista che pubblichiamo, anche se non era molto d’accordo all’inizio, visto la sua reticenza nel mettersi in mostra e a rilasciare interviste. Ma quello che sta succedendo in questa squadra, merita senza dubbio un approfondimento e nelle sue parole scopriremo il perché.
 
Com’è la situazione al Calcio Montebelluna in questo momento?
Il Montebelluna, tra i 9 gironi di Serie D, è sempre stata la squadra più giovane d’Italia da quando è stato istituita la Classifica GIOVANI D VALORE,  e anche quest’anno non fa eccezione. Quasi tutti i giocatori della nostra Prima Squadra vengono dal nostro settore giovanile, per la precisione 18 su 24. Quest’anno abbiamo lanciato 9 ragazzi del 1998, e di questi 4  sono stabilmente nell’undici titolare. In questi anni (dal 2012, ndr) abbiamo sempre raggiunto la salvezza, anche con diverse giornate  d’anticipo; quest’anno abbiamo qualche difficoltà in più, visto che dovremo disputare i  playout. Ovviamente queste scelte in Serie D comportano dei rischi. Tuttavia, dal mio punto di vista, una retrocessione non sarebbe un dramma: nel calcio si vince e si perde, anche se uno degli obiettivi che mi ero posto nel momento di rilevare questa Società era quello della permanenza in categoria. Finora ci siamo riusciti e faremo di tutto per ripeterci anche quest’anno.
L’altro obiettivo è riferito al Settore Giovanile. Montebelluna ha una storia in merito, riconosciuta anche al di fuori della nostra Regione. Quest’anno la Juniores ha comandato il girone dall’inizio ed è finita al secondo posto alle spalle dell’Alto Vicentino, inciampando solo ad un paio di partite dalla fine del campionato; si è aggiudicata la Coppa Disciplina, traguardo che in un'era calcistica in cui l'agonismo e l'aggressività sono fra le componenti più "richieste", sta a significare che la componente tecnica e il bel gioco possono ancora fare la differenza nel calcio.
Le due squadre Allievi e Giovanissimi, che per antonomasia sono le eccellenze delle giovanili del calcio Italiano, sono giunti alle finali regionali e sabato prossimo  contenderanno, in entrambe le categorie,  il titolo Veneto alla rivale di sempre che è la Liventina, a cui faccio i miei complimenti.
 
Rispetto alla maggior parte dei club italiani voi andate in completa controtendenza. Come mai puntate così tanto sui giovani?
È anche una questione di necessità. In primis il Settore Giovanile del Montebelluna è il più titolato in Italia a livello dilettantistico: 9 Titoli di Campioni d’Italia !! 2 Titoli Italiani conquistati dalla formazione Berretti nel 1975 e nel 1983, 4 Titoli Italiani conquistati dagli Allievi negli anni 1989, 2003, 2006, 2013 ed inoltre 3 Titoli Italiani conquistati dai Giovanissimi nel 1998, 2004 e nel 2012. A questi successi tricolori fanno da cornice i 49 Titoli Regionali conquistati dalle formazioni Juniores, Allievi e Giovanissmi. In secondo luogo c’è anche una questione economica: ci sono squadre che spendono centinaia di migliaia di euro per raggiungere i propri obiettivi, cosa che io non posso permettermi.  E così cerchiamo di prendere due piccioni con una fava. L’aspetto economico  e l’equilibrio finanziario   di una Società è importante tanto quanto le sue prestazioni in campo. Mantenere gli impegni significa serietà e continuità, altrimenti si va con le gambe per aria e si fanno solo disastri dannosi per il movimento calcistico. Piedi per terra, con umiltà.
 
Sicuramente un segnale forte a chi parla sempre di settori giovanili.
Tutti sono bravi a riempirsi la bocca quando si tratta di parlare di Settori Giovanili. Io sono da tantissimi anni nel mondo dello Sport e del Calcio in particolare, anche se sono alla prima esperienza in un contesto di dirigenza di una società dilettantistica. E per quanto riguarda lo sviluppo del Settore Giovanile da parte della federazione o degli enti preposti, non ho mai visto nulla di serio. Le faccio un esempio delle assurdità del calcio italiano:
 
Dica…
Qualche domenica fa il Carpi ha battuto l’Empoli con un gol di un giocatore che fino ad un paio di anni fa giocava in Serie D (Lasagna, ndr), e ora sta per regalare una salvezza storica al Carpi. Evidentemente qualcuno l’ha notato sui nostri campi da gioco  ed ha deciso di portarlo al professionismo, e pensare che fino a due anni fa  lui è un giocatore che ha giocato anche contro di noi in D. Allora perché Udinese / Inter ha visto 22 stranieri scendere in campo? Perché la nostra nazionale fatica a trovare continuità e risultati seri?
 
Quali sono i punti chiave del suo Montebelluna?
Noi basiamo tutto su due regole:
1°- Bisogna divertirsi e fare gruppo,  perché alla fine sono i ragazzi che scendono in campo, e devono essere amici prima che compagni di squadra.
2°-Dobbiamo insegnare le basi della tecnica a questi ragazzi. Qualche giorno fa stavo parlando con Roberto Baggio proprio di questo. Entrambi ci chiedevamo per quale motivo a dei ragazzini di 8/9 anni viene insegnato come marcare, la tattica, come mantenere la posizione, etc etc, quando poi quel bambino non è neanche capace di stoppare la palla? Ma la colpa non è del bambino, sia chiaro. La colpa è degli allenatori/ educatori, che non gli insegnano le basi quando invece dovrebbero farlo.
 
Condividiamo quando dice che è il gruppo che scende in campo. A proposito di campo, cosa è successo con la Sacilese? Ultima con 13 punti, di cui 3 fatti contro di voi…
Con la Sacilese è stata una partita semplicemente stregata. Avevamo preparato quella partita nel modo migliore possibile, ma quando siamo scesi in campo siamo stati colti dall’ansia da prestazione. Noi giochiamo meglio fuori casa che in casa, forse perché dei giocatori così giovani da farsi intimidire dai propri tifosi sugli spalti che ogni tanto non sono teneri con dei ragazzi che fino a ieri hanno erano allievi. Così facendo non si fa il bene dei ragazzi. Due settimane fa, contro il Tamai, il loro gol è arrivato da un errore del nostro migliore in campo, Nardi. È un classe 1998 con delle doti straordinarie. Da quel momento, per tutto il primo tempo non ha più toccato la palla. A fine primo tempo, negli spogliatoi, gli è stato detto che anche Maradona sbagliava, da lì ha disputato una ripresa grandiosa.
 
Dal suo Settore Giovanile sono usciti due ragazzi come Bonetto e Ferchichi, il primo ha vinto la Coppa Italia Primavera con l’Inter, il secondo è arrivato in finale di Viareggio con il Palermo…
Sì, ma sono solo gli ultimi due giocatori ad essere andati a giocare in due club importanti. Anche se questa cosa ci fa ovviamente piacere, e ci aiuta molto sotto l’aspetto economico, non è questo il nostro obiettivo primario. Noi non facciamo calcio solo per preparare giocatori per Inter e Palermo, noi facciamo calcio per educare i ragazzi alla vita, per farli divertire, per avviarne qualcuno alla nostra prima squadra e per dare la possibilità ai migliori della nostra ‘ Cantera’ di fare delle esperienze fra i professionisti.
 
Perchè essere il Presidente del Montebelluna?
Nel 2012 la società rischiava il fallimento, anzi in pratica  era già fallita tecnicamente. Io vivo qui da tanti anni, ho frequentato tanti anni il mondo del calcio, e vedere una situazione del genere mi dava tanto dispiacere e amarezza. Quindi ho deciso. Da lì abbiamo ripianato  i debiti, con non pochi sforzi, e siamo riusciti a risanare a ristrutturare tutta la società. Se ho fatto tutto ciò, è perché il titolo sportivo se ne stava andando a qualche decina di chilometri da Montebelluna ed io non volevo vedere una società così importante scomparire. Mi creda, non c’è nessun altro interesse se non quello etico e sportivo. Non mi espongo mai,  non rilascio interviste, preferisco sempre che siano i nostri tecnici a parlare. La soddisfazione che mi dà questa squadra è vedere una banda di ragazzotti, rapportati a tanti   professionisti che giocano in Serie D, riuscirsi a salvare ogni anno. La squadra più giovane d’Italia. Però questo alla lunga stanca, perché ci sono pochi sponsor e la gente alla prima sconfitta o al primo errore fatto critica tutto e tutti. Oltre alla squadra devo anche seguire il mio lavoro, anche se  mia moglie ha una grossa parte di responsabilità in azienda e mi ‘esonera’ da tanti impegni professionali  prendendo in mano l’azienda. Onestamente non so quanto resterò ancora alla guida del Montebelluna, mi sto solo godendo i risultati che arrivano dal nostro lavoro, che è tutto incentrato sui giovani e per i giovani. I nostri allenatori vengono da noi anche se guadagnano meno rispetto che ad altre società venete proprio per il prestigio di questa società, che negli anni ha scritto pagine importanti di storia.
 
Un’ultima domanda: oltre il calcio, chi è Marzio Brombal?
Sono stato in  Diadora per 28 anni, negli ultimi 12 da direttore generale. Quando la società è stata acquistata da un’altra azienda, ha portato i propri manager, come è naturale che sia. Ho lasciato nel 1998, e nel 1999 ho intrapreso una attività in proprio con  la distribuzione del marchio Saucony in Italia, attualmente leader nel settore delle calzature e abbigliamento tecnico da Running, e nel life  style/ fashion con la linea Saucony Originals..
Era quasi sconosciuto sul nostro mercato  e dal nulla siamo riusciti a farlo diventare uno dei tre top brand per quanto riguarda il running. Poi nel 2012 mia moglie ha iniziato il progetto Saucony Originals  (la linea vintage/fashion del marchio Saucony), che ci sta dando molte  soddisfazioni.  Se sono 3 anni che vinciamo il premio come “Best Distributor of the Year” di una multinazionale mondiale,  vuol dire che non lavoriamo proprio male.
 
“Intervista rilasciata dal Presidente al sito inglese “fischiofinaleweb”
 

SERIE D: la stagione si chiuderà con i play out

Edoardo Russo Edoardo Russo, classe '98

 

La stagione 2015/16 si chiuderà con i play out. Nella partita odierna a Dro, che ha visto vittorioso il Monte per 2 a 1, esordio nel campionato di Serie D del giovane Edoardo Russo, classe 98.

Leggi tutto...

SERIE D: 19^ Giornata di Ritorno

Giacomo Cusinato Giacomo Cusinato

 

Si è disputato al "S. Vigilio" il match contro il Levico.

 

Leggi tutto...

SERIE D: 18^ Giornata di Ritorno

Manuel Perosin Capitan Perosin

 

Si è disputata al S. Vigilio la 18^ Giornata di Ritorno del Campionato di Serie D.

Leggi tutto...

SERIE D: 17^ Giornata di Ritorno

.Stefano Fantinato

Bum Bum Fantinato ed il Monte coglie un fondamentale successo nella corsa alla permanenza in Serie D.

Complimenti al Mister Gianfranco Fonti!!

 

Leggi tutto...

SERIE D: 15^ Giornata di Ritorno

Riccardo Semenzin Riccardo Semenzin

 

Si è disputata la 15^ Giornata del Girone di Ritorno del massimo campionato dilettantistico.

 

Leggi tutto...

SERIE D:14^ Giornata di Ritorno

Gabriele Fabbian Gabriele Fabbian

 

Si è disputata la 14^ giornata di ritorno del Campionato di Serie D.

Leggi tutto...

PRIMO PIANO

 

Risultati week end 10 Febbraio
 

1^ SQUADRA
ClodienseChioggia - Montebelluna 3-1
26' Fioretti, 30' st Nappello (rig.)
40' st Baccolo, 43' st Mortaro

 

JUNIORES NAZIONALI (Sab.)
Montebelluna - Adriese 0-2
 

ALLIEVI ELITE U17
Montebelluna - VeneziaNettunoLido 6-0
2 Rigato, Bellato, Tronchin
Guidolin, Gheno

 

ALLIEVI REG. U16
Montebelluna - S.MartinoSpeme 5-0
Gheller, 2 Sgnaolin, Tosato, Mason
 

GIOVANISSIMI ELITE. U15
Favaro 1948 - Montebelluna 1-3
2 Lafuenti, Bernardinello

 

GIOVANISSIMI REG. U14
Giorgione Calcio 2000- Montebelluna 2-1
Pizzato
 

PROSSIME PARTITE


sabato 16 febbraio 2019
 
JUNIORES NAZIONALI
CjarlinsM-Montebelluna
v.Lignano, Marano L.
Ore 16,00
 
domenica 17 febbraio 2019
 
1^ SQUADRA
Montebelluna-Arzignano
v.Biagi, Montebelluna
Ore 14,30
 
ALLIEVI ELITE U17
U.Feltre-Montebelluna
Pedavena Loc.Boscherai
Ore 10,30
 
ALLIEVI REG. U16
Tombolo-Montebelluna
v.D.Costituzione, Mejaniga
Cadoneghe - Ore 10,30
 
GIOVANISSIMI ELITE U15
Montebelluna-U.Feltre
v.D.Pace, Cornuda
Ore 10,30
 
GIOVANISSIMI REG. U14
Montebelluna-Lia Piave
v.Franzoia, Cornuda
Ore 10,30
 
GIOVANISSIMI PROV. U15
Montebelluna-F.Trevignano
v.D.Ginestre, Montebelluna
Ore 10,15
 

 Seguici su Facebook

 

Album

MAGLIA DEL CENTENARIO

2018_10_07/presentazione_maglia_centenario_sala.jpeg
07 Ottobre 2018
26 immagini in album

ALLIEVI U17 ELITE - S.S. 2018-2019

2018_10_28/giuliorigato.jpg
28 Ottobre 2018
24 immagini in album

ALLIEVI U16 - S.S. 2018-2019

2018_10_28/leonardosgnaolin.jpg
28 Ottobre 2018
25 immagini in album

JUNIORES NAZIONALI - S.S. 2018-2019

2018_10_30/dirigdavidegirgenti.jpg
30 Ottobre 2018
25 immagini in album

GIOVANISSIMI PROV. U15 - S.S. 2018-2019

2018_10_30/under15provinciale.jpg
30 Ottobre 2018
17 immagini in album

GIOVANISSIMI REG. U14 - S.S. 2018-2019

2018_10_31/giovanniparonetto.jpg
31 Ottobre 2018
28 immagini in album

ESORDIENTI A 9 - 2006 S.S. 2018-2019

2018_10_31/giovannibolzon.jpg
31 Ottobre 2018
25 immagini in album

PULCINI 2008 S.S. 2018-2019

2018_11_01/filippoboscolo.jpg
01 Novembre 2018
26 immagini in album

PRIMI CALCI 2010 S.S. 2018-2019

2018_11_09/giacomomarion.jpg
09 Novembre 2018
25 immagini in album

GIOVANISSIMI U15 ELITE - S.S. 2018-2019

2018_11_15/mrlucabressan.jpg
15 Novembre 2018
20 immagini in album

ESORDIENTI A 9 - 2007 S.S. 2018-2019

2018_11_15/nicologava.jpg
15 Novembre 2018
26 immagini in album

PRIMI CALCI 2011 S.S. 2018-2019

2018_11_21/riccardosartori.jpg
21 Novembre 2018
18 immagini in album

PULCINI 2009 S.S. 2018-2019

2018_11_24/roccogioseffi.jpg
23 Novembre 2018
44 immagini in album

PICCOLI AMICI 2012 - S.S. 2018-2019

2018_11_25/lorenzopoloni.jpg
25 Novembre 2018
32 immagini in album

NATALE 2018 BIANCOCELESTE

2018_12_19/phnalmar2647.jpg
19 Dicembre 2018
30 immagini in album

PORTIERI

2019_02_11/portieri_2018_2019.jpeg
11 Febbraio 2019
1 immagini in album

Contattaci