COMUNICATO STAMPA DEL PRESIDENTE MARZIO BROMBAL DIVULGATO NEL CORSO DELL'INCONTRO CON I GIORNALISTI DI OGGI 11/05/2018

Montebelluna, Venerdì 11 maggio 2018.  h. 18.00
 
CONFERENZA STAMPA
 
Vi ho convocati per dire anch’io  la mia in merito a  quanto ho letto sulle vostre testate nei giorni scorsi,  e per fare alcune considerazioni e fornire qualche dato utile a chi segue il Calcio Montebelluna.
Dal primo giorno in cui sono entrato da quel portone ho sempre lavorato su questo progetto senza alcun interesse personale, né di bottega, ma solo per mantenere accesa la Storia  di una Società  come il Calcio Montebelluna.
In questo progetto ho messo tanta  passione, ho speso tempo e denaro, e responsabilità, e ho messo la mia  faccia, e ho lavorato sempre con trasparenza e buona fede; pertanto non accetto notizie e titoli  fuori luogo e passaggi che  mistificano la  realtà delle cose.
Accetto le critiche ma non le  distorsioni dei fatti.
Desidero  che chi segue il Calcio Montebelluna, soprattutto le famiglie dei nostri ragazzi del Settore Giovanile a cui ho sempre tenuto  moltissimo, conoscano i fatti reali.
Non accetto di essere ‘il Pantalone ‘ che paga, e  anche il ‘Mona’ bastonato.
E non considerate questa conferenza stampa come uno sfogo, ma solo una necessità di esporre la verità.
  ”””””””””””””””””””””””””””
Andiamo ai fatti, partendo dal mio arrivo, cercando possibilmente di non essere prolisso.
Ho rilevato  le quote della società Calcio Montebelluna nell’Agosto 2012.  In punta di piedi, senza fare proclami né mille promesse. Non ho mai alzato la voce anche se forse, in qualche caso,  ce ne sarebbe stato bisogno.                                                                         
Mi sono tirato su le maniche ed ho iniziato a lavorare, assieme ai miei collaboratori.
Ho trovato una società ‘in  fallimento’. Ma non l’ho acquisita  a zero Euro,  come nel rito dei  fallimenti;  anzi, ci ho messo subito un bel po’ di soldini. L’ho rilevata qualche giorno, anzi, qualche ora  prima che il Titolo Sportivo di ‘Serie D’  fosse ceduto  da qualche altra parte, con tutte le conseguenze immaginabili, soprattutto a livello di Settore Giovanile. Tanti testimoni possono confermare quanto sto affermando.
Tutta (o quasi)  la 1° squadra era  stata smembrata nelle settimane precedenti;
 
Nei 12 mesi successivi  ho ricevuto una decina di ‘buste verdi’,  avete presente?
Erano atti di pignoramento, Decreti Ingiuntivi, citazioni e vertenze civili etc. per il debito e/o contenzioso pregresso. Mi sono assunto l’onere di  tutti i debiti, anche di quelli che prima non erano mai esistiti in contabilità della precedente gestione.                                                                   
Ho rimesso in piedi la Società dal punto di vista economico e finanziario.                         
Ho rifatto la 1a squadra quasi da zero, attingendo molto anche dal nostro Settore Giovanile.
Ho ridato la credibilità che una Società Storica come il Calcio Montebelluna meritava. La credibilità non si può comprare. Per me vale più di una salvezza o di una promozione.
Ho sottratto in questi sei anni  una buona parte del tempo al mio lavoro e ai miei interessi personali.
Però, mi sono anche chiesto molte volte perché,  fra tutti quelli che in ogni occasione ‘pontificano’ e criticano, a volte senza conoscere i fatti veri, nessuno, dico NESSUNO, si è presentato in quell’estate del 2012  in cui molti  si riempivano la bocca con presunte acquisizioni del Calcio Montebelluna, con il blocchetto di assegni  a rilevare la Società, e perché nessuno si è preso l’onere di portarla avanti ridandole un po’ di credibilità che, senza presunzione, ho ridato io in questi anni.
Perché?? Dove erano tutti i fenomeni del calcio che ogni tanto criticano senza dare né fare nulla?
                                                                   “”””””””””””””””””””””
Ci siamo poi salvati per  5 anni consecutivi, magari con le sofferenze dei Play-out,  tuttavia  vincendo in  ogni Campionato la Classifica dei Giovani D Valore, non solo a livello di Girone , ma a livello NAZIONALE!!!
A proposito, approfitto per sfatare qualche illazione in merito a presunte conseguenze finanziarie per il mancato premio di quest’anno, che, seppur vinto in base alla classifica, non ci sarà erogato in quanto retrocessi:  il premio per la Classifica dei G d V,  l’avevo già promesso alla Squadra come premio salvezza. Quindi non avrebbe inciso in ogni modo dal punto di vista economico sui conti della mia gestione.
CONTI CHE SONO SEMPRE STATI  IN ORDINE;   le scadenze con i giocatori e collaboratori sono  sempre state onorate nei tempi stabiliti.                                                 
Gli impegni finanziari ed economici sono sempre stati mantenuti, anche perché ho puntualmente iniettato dei salutari ‘flebo’  ad ogni  esigenza di gestione.                                             
Ora il Monte è retrocesso in ‘Eccellenza’.
Di questa retrocessione mi  sono addossato tutte le responsabilità e ho voluto  sinceramente  ringraziare tutti coloro che hanno partecipato a questo Progetto, e a chi  mi ha dato una mano in tutti questi anni e mi è stato vicino a lavorare. Dico ‘lavorare’ non a criticare.                 
A volte, nel corso di questi sei Campionati  ho avuto quasi  l’impressione, ma non solo,  che a qualcuno abbia dato quasi fastidio il fatto che  un ‘ foresto’, visto che non sono un Montebellunese DOC ma un Caeranese DOC, sia entrato a suo tempo a rilevare il Calcio Montebelluna. Bene, vi posso assicurare che se da domani qualche Montebellunese DOC desidera acquisire la Società,  le porte sono aperte  e i portoni sono spalancati.
 
                                                           “”””””””””””””””””””””””””””
Non condivido l’ondata di catastrofismo che qualche giorno fa  ha riempito le pagine sportive dei quotidiani locali,  soprattutto  ‘Il Gazzettino’ e ‘La Tribuna’.                                         
Ho letto titoli e affermazioni  apocalittiche: ho letto di ‘Caporetto’,  di  ‘fallimento’,  di ‘declino’, di  ‘settore giovanile che non esiste più’, di  ‘epilogo amarissimo’, di   ‘un disastro che apre scenari inesplorati’, di ‘calcio all’anno zero’,  di ‘tremendo finale’.                                                                         
E’ sembrato di  leggere la cronaca di una catastrofe, non solo sportiva ma anche sociale.     
Mi fa semplicemente sorridere. Nessuno ha  usato il vocabolo ‘Caporetto’ neppure quando il fallimento di qualche Istituto di Credito del nostro territorio ha messo in serie difficoltà migliaia di famiglie e di aziende.                                                                                                                                          
Nella situazione politica ed  economica  in cui  ci troviamo in Italia,  tutto questo catastrofismo mi sembra un insulto al buonsenso e  alla misura delle cose.                                                                       
I titoli del Gazzettino, hanno descritto  questa retrocessione come una ‘ Caporetto’, forse dimenticando sia la Storia della Grande Guerra, che la Storia del Calcio Montebelluna.                                                                                          
Qualche ex Dirigente del Calcio Montebelluna inoltre si è lasciato andare a giudizi poco indulgenti, per usare un eufemismo, sulla mia gestione.
Reputo che i motivi di queste critiche, che  rispetto ma che rigetto,  abbiano tre probabili paternità:
-          o la memoria di chi giudica ha subito qualche intoppo.
-          o siamo di fronte a malafede.
-          oppure la penna del cronista si è permessa qualche licenza poetica. E non sarebbe la prima volta.
Allora, senza vena polemica, ma solo  per  sfatare i luoghi comuni, e per ricordare a chi ha dichiarato e/o scritto  certi giudizi,  o a chi magari fra i più giovani  non conosce la Storia del Calcio Montebelluna, vorrei ricordare che questa Società ha vissuto momenti molto più ‘tragici’ di quelli odierni.
L’aggettivo ‘tragico’ l’ho ripreso volutamente dagli articoli dei vostri quotidiani.                                   
Per me non è una ‘tragedia’ ma solo una  sconfitta sportiva. Le tragedie nella vita sono ben altre!! Purtroppo! Nello Sport si vince e si perde; oggi ho perso.                                   
Qui non è avvenuta alcuna tragedia né alcun fallimento; vi assicuro che il prossimo acquirente del Calcio Montebelluna, troverà una situazione in ordine, in tutti i sensi.
 
Veniamo alla Storia delle retrocessioni più recenti del ‘Monte’: (storia incontestabile e incontrovertibile).
Nella stagione 90/91 il Monte è retrocesso in Eccellenza.  
Nella stagione 94/95 il Monte è nuovamente retrocesso in Eccellenza.
Nella Stagione 96/97 il Monte è retrocesso in Promozione.
Nella stagione 99/2000 il Monte è retrocesso in Prima Categoria
e nella stagione successiva 2000/2001 è addirittura retrocesso  in Seconda Categoria, salvo poi essere ripescato in Promozione per una ‘fusione’  con la Polisportiva Monte.
Una domanda: chi era il dirigente e socio di maggioranza che nelle stagioni 90/91-94/95-96/97 ha gestito  queste retrocessioni? Si attende una risposta.
Ricordo poi che anche nella stagione 2005/2006 il Monte retrocede (e viene poi ripescato).       
Non mi sembra di ricordare, allora, un tale  clamore e l’aria tragica che alcuni (stampa compresa)  vorrebbero far aleggiare  oggi sulla Società. Nessuno allora si stracciò le vesti!  Né scrisse di ‘Caporetto’.
Penso che i dati che ho riportato sopra bastino a smentire tutte le scorrettezze (nel senso di notizie non corrette) e i titoloni ad effetto che avete prodotto qualche giorno fa (‘avete’ inteso come ‘voi giornalisti, e coloro che mettono i titoli’).                                                                                                           
In merito poi all’argomento ‘Settore Giovanile’,  vorrei anche qui fare un po’ di chiarezza e mettere la verità al proprio posto.                                                                                                               
A  chi afferma che il nostro attuale Settore Giovanile è scadente, propongo pacatamente qualche aggiornamento dell’attuale ‘mondo’ del Calcio Giovanile,  rispetto a quello di 20 - 30 o 40 anni or sono, e qualche dato sui risultati ottenuti negli anni della mia gestione:
 
1)     un tempo, quando un giocatore si ‘metteva in mostra’,   le Società Professionistiche arrivavano puntualmente a richiedere il ragazzo.  La trattativa verteva fra il Presidente della Società Prof (o un suo incaricato) e la società dilettantistica. I rimborsi  per il famoso ‘cartellino’ che giravano allora, a parità di valore tecnico del giocatore erano (attualizzando il valore di allora) almeno cinque o sei volte quello che oggi si può recuperare. Qualche dirigente del ‘Monte’  di allora, che mi incrociava  in P.zza Crimea a Torino (ex sede Juve)  e ‘portava a casa ’  ai tempi  qualche centinaio di  milioni delle vecchie Lire per un promettente ragazzo,  con le stesse qualità o a volte anche inferiori  di molti dei nostri attuali,  aveva ovviamente una gestione  un po’ meno ‘tirata’  di quanto succede oggi.  Era conseguentemente più facile poi poter  ingaggiare giocatori di grande qualità e molte  volte di categoria superiore. 
 
2)     Oggi,  inoltre,  salvo casi sporadici,  ci sono di mezzo i cosi detti ‘procuratori’ che contattano i genitori, soprattutto se il ragazzo non ha ancora compiuto il 14° anno di età e quindi non è ancora ‘vincolato’,   saltando quindi a piè pari la Società Dilettantistica. Costoro promettono alla famiglia  la carriera di Messi-Ronaldo etc. , e nella maggior parte dei casi,  indirizzando il giovane alla Società Professionistica che  più interessa al ‘procuratore’ , a scapito anche del potenziale ritorno per la Società Dilettantistica di provenienza. Con questa ‘formula’ alla Società dilettantistica spetta il  ‘Premio di Preparazione’ che, nella migliore      delle ipotesi,  vale 19.500 € circa se il giocatore va in una società di serie A.   Per la ‘B’ e la ‘C’  il premio diminuisce considerevolmente.
 
3)     Oggi, nelle squadre giovanili (soprattutto nelle ‘Primavere’) di molte  Società Professionistiche,  almeno il 50% è formato da  giocatori di provenienza straniera. Per cui, attualmente,  per i nostri ragazzi è molto, molto  più difficile emergere.
Quindi ‘dobbiamo fare le nozze coi fichi secchi’, come si suole dire in questi casi.
 
In risposta a chi afferma che il nostro Settore Giovanile ‘non esiste più’ e che  ‘non vince neppure i tornei post campionato  sparsi in tutta la  Marca’,  vorrei ricordare i risultati del nostro Settore Giovanile in questi sei anni.
Parliamo di Titoli nella massima categoria del calcio Dilettanti, e cioè  Allievi e Giovanissimi ‘ELITE’,  che è l’espressione più  importante del Calcio Dilettantistico  a livello Nazionale.
 
2012/13     TITOLO REGIONALE ALLIEVI
                  TITOLO CAMPIONI D’ITALIA ALLIEVI.
 
2013/14      TITOLO REGIONALE CATEGORIA ALLIEVI
                   FINALISTA FINAL SIX NAZIONALI CATEGORIA ALLIEVI
                   TITOLO REGIONALE CATEGORIA GIOVANISSIMI
                   VICE CAMPIONI D’ITALIA ALLE FINAL SIX NAZIONALI.
 
2014/15    NESSUN TITOLO!!! L’ ANNATA STORTA PUO’ CAPITARE…
 
2015/16    TITOLO REGIONALE CATEGORIA ALLIEVI.
                 FINALISTA ALLE FINAL SIX NAZIONALI CAT ALLIEVI.
                 VICECAMPIONI REGIONALI CATEGORIA GIOVANISSIMI.
 
2016/17    TITOLO REGIONALE CATEGORIA ALLIEVI.
                 FINALISTA ALLE FINAL SIX NAZIONALI.
                 VICECAMPIONE REGIONALE CATEGORIA GIOVANISSIMI.
 
2017/18    NESSUN TITOLO.
 
Ricordo infine che negli anni di mia gestione i ragazzi che sono passati dal Monte a Società Professionistiche sono stati 33.
Non penso che questi risultati  riflettano, a livello giovanile, una gestione fallimentare, come ho letto  da qualche parte.
 
Per quanto riguarda invece il futuro,  posso affermare che da domani  la Società  è a disposizione di chi desidera mettersi in gioco e continuare la gestione e la guida del Calcio Montebelluna.
Se entro fine giugno / primi luglio  nessuna persona  credibile, soprattutto per quanto riguarda la continuità del Settore Giovanile,  si farà viva per un’eventuale trattativa di acquisizione, ne trarrò le debite conclusioni e prenderò la decisione che reputerò per me più conveniente.
 
Il Presidente

Marzio Brombal

PRIMO PIANO




Ultimi Risultati  
   
mercoledì 14 novembre 2018  
   
1^ SQUADRA  
Tamai-Montebelluna 2-3
Mortaro, Fasan, Mortaro  
   
sabato 10 novembre 2018  
   
1^ SQUADRA  
Montebelluna-S.Donà 1-1
Barbon  
   
JUNIORES NAZIONALI  
Montebelluna-Arzignano 1-4
Bertolini  
   
domenica 11 novembre 2018  
   
ALLIEVI ELITE U17  
Rosà-Montebelluna 2-0
   
ALLIEVI REG. U16  
Legnago-Montebelluna 3-1
Sgnaolin  
   
GIOVANISSIMI ELITE U15  
Montebelluna-Bibione 13-0
3 Lion, 2 Bortolotto, 2 Rossi, 2 Lafuenti  
Serafin, Bernardinello, Bonetto, Borghesan  
   
GIOVANISSIMI REG. U14  
Montebelluna-Liventina 1-4
Cecere  
   
GIOVANISSIMI PROV. U15  
Montebelluna-Treviso 4-0
2 Zanchetta, Ferrazza, Emofowman  
 

PROSSIME PARTITE

 

SABATO 17 NOVEMBRE 2018:

 

JUNIORES NAZIONALI
Clodiense - Montebelluna
v. S.Giuseppe, Cà Lino di Chioggia
Ore 14,30
 

ESORDIENTI 2°anno 2006 a9
Liapiave - Montebelluna
v. Lovadina, Cimadolmo
Ore 15,30

 

ESORDIENTI 1°anno 2007 a9
Montebelluna - Lovispresiano
v. Biagi, Montebelluna
Ore 15,30
 

ESORDIENTI MISTI 2006/07 a9
Arcade 2000 - Montebelluna
v. Marangona, Arcade
Ore 16,30

 

PULCINI 2°anno 2008 a7
Montebelluna - Giorgione Calcio 2000
v. Biagi, Montebelluna
Ore 15,30
 

PICCOLI AMICI 2012
Raggruppamenti Delegazione Provinciale di TV
v. Berto, Treviso
Ore 15,30

 

DOMENICA 18 NOVEMBRE 2018:

1^ SQUADRA
Montebelluna - Campodarsego
v. Biagi, Montebelluna
Ore 14,30

 

ALLIEVI ELITE U17
Montebelluna - Team Biancorossi
v. Cimitero, Caselle di Altivole
Ore 10,30
 

ALLIEVI REG. U16
Montebelluna - Team Biancorossi
v. D.Gnocchi, Riese Pio X°
Ore 10,30

 

GIOVANISSIMI ELITE U15
Villorba Calcio - Montebelluna
v. Franchini, Lancenigo di Treviso
Ore 10,30
 

GIOVANISSIMI REG. U14
Campodarsego - Montebelluna
v. Caltana, S.Andrea di Campodarsego
Ore 10,30

 

GIOVANISSIMI PROV. U15
San Gaetano - Montebelluna
v. D.Alte, Montebelluna
Ore 10,15
 

ESORDIENTI 2°anno 2006 a9 AMICHEVOLE
Montebelluna - Montecchio
v. delle Ginestre, Montebelluna
Ore 10,30

 

PRIMI CALCI 2011
Raggruppamenti Delegazione Provinciale di TV
v. Santi, Casier di Dosson
Ore 15,30
 
 

 Seguici su Facebook

 

Album

MAGLIA DEL CENTENARIO

2018_10_07/presentazione_maglia_centenario_a_serena_2.jpeg
07 Ottobre 2018
26 immagini in album

ALLIEVI U17 ELITE - S.S. 2018-2019

2018_10_28/albertocorro.jpg
28 Ottobre 2018
26 immagini in album

ALLIEVI U16 - S.S. 2018-2019

2018_10_28/leonardosgnaolin.jpg
28 Ottobre 2018
25 immagini in album

JUNIORES NAZIONALI - S.S. 2018-2019

2018_10_30/dirigcorradosemenzin.jpg
30 Ottobre 2018
25 immagini in album

GIOVANISSIMI PROV. U15 - S.S. 2018-2019

2018_10_30/mattiazanchetta.jpg
30 Ottobre 2018
17 immagini in album

GIOVANISSIMI REG. U14 - S.S. 2018-2019

2018_10_31/davidepizzato.jpg
31 Ottobre 2018
28 immagini in album

ESORDIENTI A 9 - 2006 S.S. 2018-2019

2018_10_31/filippobresolin.jpg
31 Ottobre 2018
25 immagini in album

PULCINI 2008 S.S. 2018-2019

2018_11_01/massimilianomilani.jpg
01 Novembre 2018
26 immagini in album

PRIMI CALCI 2010 S.S. 2018-2019

2018_11_09/lapovendramini.jpg
09 Novembre 2018
25 immagini in album

GIOVANISSIMI U15 ELITE - S.S. 2018-2019

2018_11_15/edoardoluigifrasson.jpg
15 Novembre 2018
21 immagini in album

ESORDIENTI A 9 - 2007 S.S. 2018-2019

2018_11_15/christianthomassen.jpg
15 Novembre 2018
26 immagini in album

Contattaci